mercoledì 29 agosto 2018

Tutte le regioni minuto per minuto - Piemonte (03)

#tuttoilcalcioblog














di Alessandro Atti

Il terzo appuntamento della nostra rubrica ci porta in Piemonte.
Fino a qualche tempo fa si pensava che un rappresentante della sede Rai torinese fosse in onda nella prima puntata da Alessandria per Alessandria Padova. Come ha scoperto il nostro Roberto Pelucchi questa notizia non era vera. Ciò non toglie che Andrea Boscione sia stato uno dei pionieri della trasmissione. È inoltre stato insieme a Ettore Frangipane una delle voci dello sci negli anni della valanga azzurra. Ascoltiamo questo suo intervento all’interno di Domenica Sport da Morzine riguardante la vittoria di uno slalom gigante da parte di Piero Gros con 4 italiani tra i primi 5.

Ascoltiamo inoltre dallo speciale Zona Cesarini del 7 gennsio 2010 l’intervento della figlia Emanuela e il ricordo da parte di Alfredo Provenzali e Claudio Ferretti.


Nel gennaio dell’80 Boscione presenta a Sandro Ciotti un giovane neoassunto di nome Carlo Nesti. Dal Libro di Riccardo Cucchi “Clamoroso al Cibali” riportiamo il racconto di quell’incontro.
“Nel gennaio dell’80 il giovane Nesti arriva al cospetto del grande capo rintanato come un orso nella sua cabina, avvolta dal fumo delle sigarette. Boscione insite perché Carlo faccia la sua conoscenza ma lui è francamente un po’ intimorito perché è risaputo che Ciotti non gradisce estranei in postazione. Boscione si fa coraggio e bussa “ Sandro scusa il disturbo, questo è un nuovo assunto, si chiama Carlo Nesti seguirà la partita con te se non ti dispiace ma non ti darà alcun fastidio, è qui solo per vedere come lavori.. La risposta di Ciotti si concentrò in un grugnito.. Nesti restò.
Passarono 13 anni in cui Nesti ha alternato Radio e tv fino a quando per una disposizione interna Rai non si è più potuto fare sia radiocronache che telecronache.
Nel febbraio 1988 una serie di scioperi delle sedi Rai falcidiò Domenica Sport e Tutto il Calcio. Ameri poté fare solo l’intervento di presentazione della partita per il resto furono solo 4 i campi collegati. Inoltre il campo principale designato Napoli Avellino si trovava sul 3 0 per cui Massimo De Luca designò come campo principale Juventus Verona seguita proprio da Nesti.

Inoltre nel 1984 fu di Nesti l’annuncio dello scudetto bianconero che era dato talmente per scontato che non si ritenne necessario mandare Ameri o Ciotti ma si lasciò la radiocronaca e quindi l’annuncio all’allora giovane corrispondente regionale.
Nesti tornerà a Tutto il calcio in una sola occasione il 30 settembre 2001 dallo stadio Garilli di Piacenza per un Piacenza Torino. Si narra che quella partita toccasse a Tonino Raffa e che questi avesse invece chiesto di commentare il derby calabrese Cosenza Reggina.
Una segnalazione doverosa meritano anche due grandi nomi della tv che negli anni 70/80 sono stati anche impegnati in Tutto il calcio e cioè Cesare Castellotti e Franco Costa.
Dopo l’abbandono forzato di Nesti dalla sede di Torino emerge un giovane Federico Calcagno oggi voce della scherma di Rai sport. Calcagno rimane il punto di riferimento per il Piemonte ma si sposta spesso partecipando anche da inviato ai Giochi giapponesi di Nagano 98. Ascoltiamo questa intervista rilasciata da Calcagno un paio di anni fa al giornalista reggiano Vanni Zagnoli.


La sua avventura alla radio si conclude col suo passaggio alla redazione milanese di Raisport nel marzo 99, a cavallo tra la fine della gestione Luzzi e l’inizio di quella Martegani.
Per i quattro anni seguenti sono sempre gli inviati del Gr Rai a seguire le squadre piemontesi fino al 14 settembre 2003 quando Francesco Marino commenta Torino Genoa. A dire il vero Marino non è una novità assoluta in quanto aveva già partecipato a Tutto il calcio quando lavorava alla sede di Napoli. Un primato, aver partecipato a tutto il calcio da due sede regionali diverse, che a memoria credo possano vantare al massimo due persone. Passano più di dieci anni però prima di risentirlo ai microfoni di Radio Rai e il suo ritorno si deve a un caso fortuito. Per il big match del turno della befana (5-1-2014) è designata la coppia principe delle radiocronache integrali cioè Repice e Mazzeo. Repice viene però colpito da un'influenza piuttosto pesante per cui a Riccardo Cucchi (d’accordo con Mazzeo) viene l’idea di coinvolgere Francesco Marino che si trovava allo Stadium per la Tgr.
Da li e per i successivi tre anni (meno un mese) Marino è stata la voce piemontese di Tutto il calcio. Il caso vuole che ora Mazzeo e Marino siano caporedattore e vicecaporedattore della Tgr Piemonte. Dall’aprile 2017 la nuova voce piemontese di Tutto il calcio è Stefano Tallia. Andiamo a risentirci la sua terza presenza, il derby di Torino di ritorno giocato il 6 maggio 2017 e raccontato insieme a Francesco Repice.

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.