giovedì 23 agosto 2018

Mappa del calcio alla radio per la stagione 2018-19

#tuttoilcalcioblog












di Stefano Stradotto

E' dunque scattata una nuova stagione calcistica con le prime partite del campionato di Serie A giocate nello scorso fine settimana. Da domani, tra mille polemiche, parte anche la Serie B e si avrà quindi un quadro completo anche per quello che riguarda il calcio alla radio.
Il week-end in arrivo può essere quindi considerato radiofonicamente il primo a pieno regime, dopo che sabato e domenica scorsi era partito solo il massimo campionato, peraltro con due partite rinviate.
Approfittando della partenza del campionato cadetto, pur con tutte le diatribe di cui abbiamo letto per tutta l'estate, andiamo dunque a tracciare una sorta di mappa non solo per gli appassionati di calcio ma anche e soprattutto per gli ascoltatori di Radio Rai e di Tutto il calcio minuto per minuto.
Quella appena iniziata è infatti anche la stagione della rivoluzione per quanto concerne gli orari
e la collocazione delle partite di entrambi i tornei. Cambierà quindi anche la percezione dell'ascoltatore radiofonico, vediamo come.

Partiamo innanzitutto dagli orari cosiddetti standard, vale a dire quelli che riguarderanno la maggioranza dei week-end stagionali.
La Serie A ha annunciato già da tempo l'ulteriore spezzettamento che vedrà la giornata partire al sabato con una gara alle 15.00, una alle 18.00, una alle 20.30. Quindi il programma domenicale con la partita delle 12.30, le gare in contemporanea alle 15.00 ridotte a tre, e a seguire una gara alle 18.00 e una alle 20.30. Infine il posticipo del lunedì sera, sempre alle 20.30.
Più recente la definizione dello spezzatino anche per la Serie B, che vede a sua volta moltiplicare le proprie finestre. Ad aprire la giornata l'anticipo del venerdì sera alle 21.00, quindi a seguire solo tre partite superstiti nella collocazione del sabato pomeriggio alle 15.00, un'ulteriore gara sabato alle 18.00, due domenica alle 15.00, una domenica sera alle 21.00. A chiudere, come per il massimo campionato, l'ultimo posticipo del lunedì sera alle 21.00.
A livello radiofonico ecco dunque che l'ascoltatore si troverà ad avere:
- partita di B venerdì alle 21.00
- puntata di Tutto il calcio di sabato alle 15.00 con 4 gare, CP primo anticipo di A più 3 partite di B
- rimpallo di linea sabato alle 18.00 con una partita di A e una di B
- partita del sabato sera di serie A alle 20.30
- partita di A domenica ore 12.30
- puntata di Tutto il calcio della domenica pomeriggio alle 15.00 con 5 campi, 3 di A e 2 di B
- posticipo di A domenica alle 18.00
- rimpallo di linea domenica sera con un posticipo di A alle 20.30 e un posticipo di B alle 21.00
- altro rimpallo di linea lunedì sera sempre con la gara di A alle 20.30 e quella di B alle 21.00

Si può subito notare come la contemporaneità tra le partite di A e quelle di B sia esponenzialmente aumentata; in un week-end standard sono infatti solo tre le fasce orarie con una radiocronaca potenzialmente integrale, venerdì sera per la B, sabato sera e domenica alle 18.00 per la A (peraltro in quest'ultimo caso con la forte probabilità di avere in collegamento contemporaneo anche qualche appuntamento di basket e volley per una sorta di Tutto lo sport minuto per minuto).
Quanto alle puntate vere e proprie di Tutto il calcio minuto per minuto, più asciugata rispetto agli ultimi anni quella del sabato mentre quella domenicale più tradizionale, nonostante le sole tre gare di A rimaste, trae giovamento dai due posticipi di B mantenendo quindi una scaletta di tutto rispetto con 5 campi (sperando sempre che in certi casi possa riaffacciarsi l'esperimento sempre poco replicato di una partita di C aggiuntiva).

Ampliamo ora il quadro con le eccezioni, che non saranno affatto poche. La prima variante arriverà nei fine settimana che precederanno soste per le Nazionali e turni infrasettimanali, e sarà una variante che riguarderà soprattutto la Serie B. In questi casi la A sposterà infatti solo la partita del lunedì sera che verrà sostituita da una gara al venerdì sera. La B invece cancellerà le due partite della domenica pomeriggio e quella del lunedì sera, spostandole tutte e tre al sabato pomeriggio che dunque riavremo nella versione ascoltata nel decennio abbondante appena trascorso, con il grosso delle partite in contemporanea, sei. Questo avverrà il 22 settembre, 6 ottobre, 10 novembre, 23 febbraio, 16 marzo, 30 marzo, 27 aprile,  4 maggio, e quindi per otto appuntamenti del sabato complessivi. Saranno queste le circostanze in cui la puntata della domenica pomeriggio di Tutto il calcio resterà più penalizzata, potendo contare solo sulle tre partite di Serie A. Ecco quindi il fine settimana che ascolteremo in queste circostanze:
- rimpallo di linea venerdì sera tra una partita di A alle 20.30 e una di B alle 21.00
- puntata di Tutto il calcio del sabato alle 15.00 con 7 campi, CP anticipo di A più 6 partite di B
- rimpallo di linea sabato alle 18.00 con una partita di A e una di B
- partita del sabato sera di A alle 20.30
- partita di domenica alle 12.30
- puntata di Tutto il calcio di domenica alle 15.00 con 3 campi di A
- posticipo di A alle 18.00 della domenica
- rimpallo di linea domenica sera con un posticipo di A alle 20.30 e un posticipo di B alle 21.00

A proposito di turni infrasettimanali vediamone allora la struttura. Saranno solo due quelli di A, il 26 settembre e 3 aprile, concomitanti con altrettanti di B. Anche negli infrasettimanali aumentano anticipi e posticipi ma vengono comunque mantenute ampie finestre di contemporaneità che ci permetteranno di ascoltare corpose scalette di Tutto il calcio:
- martedì alle 19.00 una partita di A (o in alternativa una partita al giovedì alle 19.00)
- puntata di Tutto il calcio martedì sera con 8 campi potenziali, CP anticipo di A alle 20.30 più 7 partite di B dalle 21.00
- mercoledì alle 19.00 una partita di A
- mercoledì sera puntata di Tutto il calcio con 8 campi potenziali, 6 partite di A alle 20.30 più 2 di B con inizio alle 21.00
- giovedì alle 20.30 posticipo di A

La Serie B avrà poi altri turni infrasettimanali senza la concomitanza con la A (30 ottobre, 26 febbraio), sempre con 7 partite in contemporanea il martedì sera alle 21.00 e due posticipi mercoledì sera alle 21.00.

Altri turni particolari e che regaleranno ricche puntate di Tutto il calcio minuto per minuto saranno quelle che potremmo definire festive. La Serie A ne vivrà quattro, quelle a cavallo di Natale, il 22, 26 e 29 dicembre, e quella consueta del Sabato di Pasqua. In questi quattro casi le 10 gare saranno disputate tutte nell'arco di un giorno solare ed avranno tutte la medesima struttura con sole tre partite fuori dalla finestra di contemporaneità:
- una partita alle 12.30
- 7 partite in Tutto il calcio alle ore 15.00
- un posticipo alle 18.00
- un posticipo alle 20.30

Anche la B avrà giornate in queste finestre ma sempre il giorno successivo alla A; quindi il 23, 27, 30 dicembre per i turni natalizi, mentre quello pasquale sarà disputato il lunedì di Pasquetta. Inoltre il campionato cadetto scenderà in campo anche il 1° maggio. Gli orari per i turni natalizi non sono ancora stati resi noti ma è facile supporre che saranno molto simili a quelli di Pasquetta e/o 1° maggio che invece sono già ufficiali:

22 aprile
- una partita alle 15.00
- due partite alle 18.00
- sei partite alle 21.00

1° maggio
- una partita alle 12.30
- sette partite alle 15.00
- una partita alle 18.00

Supponiamo che quelle a cavallo di Natale possano ricalcare più gli orari del 1° maggio che non quelli del turno post-pasquale.

A chiudere, come sempre, ci saranno le ultime giornate di entrambi i tornei che potenzialmente partono da una contemporaneità di tutte le partite dei rispettivi campionati, con possibilità di suddividere pacchetti di gare in base ai vari obiettivi di classifica.

Da sottolineare come in questa stagione anche la Serie B osservi il riposo in occasione degli impegni delle Nazionali.

Abbiamo lasciato per ultimi i turni che cronologicamente sono più vicini, quelli che ci attendono a partire da domani e poi la prossima settimana. Anche in questi primi turni estivi ricca contemporaneità tra A e B e soddisfacenti scalette di Tutto il calcio minuto per minuto.

Questa settimana:
- anticipo di B venerdì alle 21.00
- puntata di Tutto il calcio sabato alle 18.00 con 4 campi, CP anticipo di A più tre partite di B
- partita di A sabato sera alle 20.30
- rimpallo di linea domenica alle 18.00 con una partita di A e una di B
- puntata di Tutto il calcio domenica sera con 6 campi di A dalle 20.30 più 3 potenziali campi di B a partire dalle 21.00
- rimpallo di linea lunedì sera tra un posticipo di A alle 20.30 e uno di B alle 21.00

La prossima settimana:
- rimpallo di linea venerdì sera con un anticipo di A alle 20.30 e uno di B alle 21.00
- puntata di Tutto il calcio sabato alle 18.00 con 5 campi, CP anticipo di A più 4 partite di B
- partita di A sabato sera alle 20.30
- rimpallo di linea domenica alle 18.00 con una partita di A e una di B
- puntata di Tutto il calcio domenica sera con 6 campi di A dalle 20.30 più 3 potenziali campi di B a partire dalle 21.00

Tirando le somme il rimescolamento di orari è evidente rispetto al passato, bisognerà farci l'abitudine, tuttavia non è detto che la radio ne esca penalizzata, nonostante tutto. La contemporaneità tra partite di A e partite di B praticamente in quasi tutte le finestre orarie potrà risultare interessante, mentre le puntate di Tutto il calcio della domenica avranno nella maggior parte dei casi una scaletta di buon livello quantitativo con 5 campi. Come visto, in ogni caso, saranno numerosi i casi in cui sia al sabato sia alla domenica le scalette saranno ancora più ricche.
Nel rimpasto generale, dunque, il fatto che anche la B abbia stravolto i suoi orari sembra aver soddisfatto soprattutto la radio e "salvato" l'appuntamento più storico e tradizionale, quello della domenica pomeriggio. Per il resto poniamoci come sempre ai diffusori, certi che le emozioni delle radiocronache, a qualsiasi orario, contemporanee o integrali, non tradiranno.

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.