lunedì 9 aprile 2018

Aleatti all'improvviso 86: Pronto, sono Bubba

#tuttoilcalcioblog












di Alessandro Atti

E'  morto Giorgio Bubba, per anni il volto Ligure di Novantesimo Minuto, quando sino ai primi anni 90 era la trasmissione sportiva per eccellenza in quanto era la prima a mostrare tutti gol della giornata.
Curiosamente Bubba se ne è andato nel fine settimana del derby della Lanterna.
Per un suo ricordi ci affidiamo a due voci genovesi per eccellenza Emanuele Dotto e Tarcisio Mazzeo.
Il ricordo di Dotto lo traiamo dal Tg della Liguria di giovedi 5 aprile.
 

Molto toccante il ricordo postato su facebook da Tarcisio Mazzeo-

 "Sono Bubba". 1990, un giorno di settembre, le 6 del mattino, il mio primo turno di Giornale Radio con lui. 
Dovevamo sapere se in un paesino dell'entroterra di Genova c'erano stati danni a causa di una frana. "A chi lo chiediamo?" "Al bar del paese, funziona come posto pubblico, sicuramente è aperto".  
Fece tutto lui, chiamò e disse: "Sono Bubba". 
Mi domandai quanti altri potessero dare per scontato di essere conosciuti e riconosciuti da chiunque al solo cognome, e se mai una cosa del genere avrei potuto un giorno (quando?) farla io. 
Lui sì, perché era Bubba. 
Mi hanno raccontato che fu il primo giornalista (con l'operatore Pattini, anche lui di Genova) ad arrivare nella Praga invasa dai carri armati sovietici; che nei suoi anni ruggenti è stato il padrone della Rai di Genova; che ha risolto problemi a colleghi di ogni ordine e grado; che sapeva come farsi amare e anche pesantemente no. 
 L'ho visto lavorare e posso dire che era uno a cui si potevano rubare brandelli di mestiere; ricordo cose meravigliose costruite sul niente, gli ho invidiato un reportage - fra gli altri - a regola d'arte sull'alluvione del '92 a Savona, e soprattutto la sua feroce voglia di riprendersi il corpo e la mente dopo l' ictus che gli cambiò la vita. L'ultima cosa che mi ha detto, un giorno in cui ricordavamo un altro gigante della Rai di Genova, Cesare Viazzi, è che "era un collega", dicendo quella parola in un modo che dichiarava un contenuto che quasi sempre sfugge nel nostro mondo sempre meno attento al senso di "essere colleghi". 
Un altro brandello di mestiere che gli ho rubato. Ora lo salutiamo, con un'accortezza: Bubba ti chiamava solo per cognome, "dunque nessuno dica "ciao Giorgio", perché secondo me non si gira. Ciao Bubba.

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.