#TICBLIVE

martedì 16 maggio 2017

Tutto il Giro bloB 2017 - Settimana 1

#tuttoilcalcioblog


di Stefano Stradotto

Terminata la prima settimana abbondante di corsa al Centesimo Giro d'Italia, ecco tornare sulla pagine di Tuttoilcalcioblog il tradizionale appuntamento con il nostro blob speciale, interamente dedicato alle dirette dal Giro dei quattro inviati confermati rispetto agli anni passati, Emanuele Dotto, Giovanni Scaramuzzino, Antonello Brughini e Massimo Ghirotto. Le nostre puntate saranno tre, una al termine di ogni settimana di corsa, in questo caso appunto abbondante per via del "prologo" sardo.
Su Radio 1 Rai tutti pronti e frementi, anche chi conduce A Tutto Campo in occasione della puntata di venerdì 5 maggio, come dimostra il botta e risposta tra Elisabetta Grande e Giulio Delfino..
"..Giulio, finalmente è partito..!"
"..Cosa..?"
Delfino si riprende comunque poco dopo facendo scattare l'amarcord personale..
"..Che nostalgia quando sento le prime tappe del Giro d'Italia, io ho iniziato proprio con il Giro.."
Scaramuzzino lo sa bene..
"..A quest'ora eri già in moto, eh Giulio..?"
Dotto considera il collega forse un po' più giovane di quanto non sia in effetti..
"..Dalla carrozzina alla moto..."
La nostalgia della moto sembra essere pienamente condivisa da Giovanni Scaramuzzino, ormai da anni sul palco all'arrivo..
"..Fa sempre effetto sentire il vento della strada soffiare dentro il microfono del cronista dalla moto..."
Dotto sfugge invece in musica alla malinconia..
"..E con il vento dei Dik Dik restituiamo la linea allo studio..!"
Nel frattempo l'avvio di Giro è per Dotto anche l'occasione per rincontrare nei dintorni vecchi amici, pur con i dovuti distinguo..
"..Abbiamo parlato con Silvio Martinello, nostro collega.. collega commentatore, non certo in bicicletta perchè lui è stato grandissimo velocista, campione olimpico, noi non siamo andati nemmeno con la biciclettina con le rotelle..."
Scaramuzzino però non ci sta...
"..Parla per te...!"
Il battesimo del Giro 100 è vissuto con un...pericoloso ospite telefonico, salutato da Dotto..
"..Dopo torneremo a parlare con Michele Bartoli, il leoncino delle Fiandre.."
Scaramuzzino ricorda..
"..Qualche artigliata l'ha data.."
Dotto più preoccupato..
"..Delle belle zampate...."
Dotto passa poi dagli animali ai fenomeni della natura con relativi cognomi..
"..Francisco Ventoso dovrebbe essere tra i favoriti visto il nome e visto che siamo in Sardegna..
"..Nomen omen..", annota Scaramuzzino.
In collegamento anche un grande ex del ciclismo alla radio Claudio Ferretti, che interagisce anche con i cronisti e i motocronisti... anche se non con tutti, come sottolinea Scaramuzzino...
"..Spero che Antonello Brughini non se ne abbia a male con me se lo lancio io, mentre poco fa a Massimo Ghirotto è toccato il privilegio di prendere la linea da un maestro come Claudio Ferretti..."
Giovanni rinnega però parzialmente il maestro quando ad essere a rischio è la fedina penale... Ferretti ricorda..
"..Questa vittoria mi ha ricordato un campionato del mondo del '52 vinto da un certo tedesco Mueller, mio padre commentò dicendo: 'un cane biondo che ha fatto bau bau uscito dalla scatola del ciclsimo'..."
Scaramuzzino si mette al riparo...
"..Se dicessimo una cosa del genere noi oggi verremmo querelati..."

Se la prima frazione ha visto l'austriaco Postlberger anticipare il gruppo, ecco invece la volata nella seconda tappa sarda, anche se qualcuno ha sbagliato a leggere la tabella degli orari, almeno secondo Emanuele Dotto..
"..Gaviria non è riuscito a prendere, non dico i treni giusti, ma nemmeno le corriere giuste..."
Se persistono dunque problemi con i trasporti, tutto sembra procedere bene in moto..
"..Massimo Ghirotto e Antonello Brughini, scambio di linea, scambio di carreggiata.."
E' un super-Brugo, almeno a giudicare dalla compagnia...
"..Adesso vediamo addirittura quattro persone vestite da Babbo Natale, ma lungo il percorso abbiamo visto anche persone vestite da Batman, Diabolik e altri supereroi...!"

Terza tappa, domenica, Giro come sempre inserito in Tutto il calcio minuto per minuto; un Giro multietnico si mischia nel passaggio di linea di Dotto con le vicende famigliari del conduttore...
"..Dal lussemburghese Jungels al romano Filippo Corsini.."

Incontrato praticamente subito il primo giorno di riposo, ecco i corridori sbarcare in Sicilia per la quarta tappa di martedì 9. Emanuele Dotto si aggira come sempre per borghi e musei ed in questa edizione cura un'apposita rubrica per il sito della Rai al Giro. Francesco Graziani, conduttore di 'Restate Scomodi', allora ne approfitta..
"..Emanuele, da dove ci mandi la cartolina domani, guarderai quadri anche sull'Etna..?"
Giovanni Scaramuzzino intanto, dovendo ormai ricoprire anche il ruolo di prima voce per Tutto il calcio quale erede di Cucchi, finisce inevitabilmente con l'entrare in confusione visto il suo necessario "sdoppiamento"...
"..Risultato 0-0 dopo questo primo arrivo in salita, per usare una perifrasi calcistica.."
A fine tappa intanto anche i motocronisti raggiungono la postazione, per l'entusiasmo di D'Artagnan-Scaramuzzino..
"..Riuniti i quattro moschettieri..!"
Dotto completa gli abbinamenti..
"..Ghirotto sembra Porthos..!"
Giovanni gli fa eco..
"..Brughini invece è l'Aramis perugino..!..."
La sede di arrivo suggerisce lodi sperticate al vincitore, lette da Dotto..
"..La battuta migliore del nostro amico Luciano Gasparotto: Polanc, un vulcano..."
I commenti non possono che essere critici, per una tappa insipida, anche a tavola..
"..Mettiamo un po' di pepe visto che la tappa è stata una pastasciutta in bianco..."
I problemi a tavola per Dotto non si esauriscono col cibo ma coinvolgono anche le bevande...
"..Cristiano Gatti, il bicchiere mezzo pieno, o mezzo vuoto, ma c'era il bicchiere..?"
Dotto chiude con una rassicurazione da calici pieni più che bicchieri...
"..Lo spettacolo deve ancora cominciare, come cantava Piero Pelù..."
E' evidentemente il pomeriggio delle citazioni musicali, se è vero che Giovanni Scaramuzzino ne utilizza un'altra per supportare una sua tesi..
"..Possibile che Sagan non batta il pugno sul tavolo dicendo, voglio fare almeno una volta il Giro d'Italia, per vedere l'effetto che fa, come cantava Enzo Jannacci..?"

Quinta tappa con arrivo a Messina, che nel primo collegamento con A Tutto Campo permette al conduttore Giuseppe Bisantis di ricordare..
"..Conosco bene quella città, io ci sono cresciuto da quelle parti, Scaramuzzino invece vede la sua città dall'altra parte.."
La tappa numero 5 inizia però con strascichi dal giorno prima, con "contaminazione" tra sport, sottolineata da Dotto..
"..Dal ciclismo al pugilato, Javi Moreno è stato squalificato..."
Nel corso del pomeriggio ospite telefonico Beppe Saronni, verso il quale Giovanni Scaramuzzino si trasforma quasi in commissario di polizia...
"..Beppe, dove eri e cosa facevi il 22 maggio 1979..?"
Il commissario ricordando quella data si trasforma però ben presto in bimbo..
"..Il giorno dopo ci fu una vittoria per distacco di Moser, non la ricordavo, si vede che ero a fare i compiti o in punizione.."
Nel frattempo Dotto svela un altro lavoro svolto da Massimo Ghirotto: direttore sportivo, motocronista, opinionista e...
"..Non ci sono più i treni di una volta, andiamo dal nostro capostazione Ghirotto.."
Volata in vista anche a Messina, Dotto segnala uno dei favoriti, senza sfuggire nuovamente all'abbinamento canoro..
"..Fabrizio De Andrè scrisse una canzone bellissima, attenti al gorilla, il gorilla è il soprannome di Greipel.."
A fine tappa bisogna già pensare al trasferimento in continente, tanto più che Scaramuzzino viene sollecitato anche dagli ascoltatori..
"..Ci scrivono chiedendoci 'adesso cosa fate?'.. Prendiamo il traghetto..."
Scaramuzzino raggiungerà quindi la Calabria, la sua regione, occasione per parlare della celebre "visita parenti", argomento che Dotto affronta con Ghirotto, non senza maliziose allusioni...
"..Insomma Massimo, la visita parenti consisteva nell'andare a trovare mamma, parenti, moglie, fidanzatE..."
Ghirotto, attento, specifica..
"..FidanzatA..."
Poco dopo Dotto svela i segreti anche storici e culturali delle località da attraversare l'indomani.. Ma Scaramuzzino svela a questo punto il retroscena, raccontando la sua verità....
"..Viva Dotto che non usa internet...... ma usa la mia guida, ecco perchè non riuscivo a capire da dove prendevi tutte queste informazioni...!..."
Dotto punge..
"..Le guide bisogna saperle leggere...."
Giovanni torna commissario..
"..Sì, leggerle e anche prenderle... specialmente quando non si è visti.... Molla l'osso Dotto..!"

Ed ecco, il giorno dopo 11 maggio, l'approdo in Calabria; nel collegamento di apertura ad A Tutto Campo ecco di nuovo Bisantis, che se a Messina è cresciuto, in Calabria è invece nato. Non solo, essendo ormai gli studi di Radio 1 Sport trasferiti al Foro Italico in occasione degli Internazionali di tennis, la presenza di Emilio Mancuso rinforza la truppa calabrese e mette in minoranza Elisabetta Grande, come Bisantis sottolinea..
"..Io sono calabrese, anche Emilio Mancuso, e tanto per metterti in minoranza c'è un calabrese anche tra i nostri inviati , Giovanni Scaramuzzino... So che sei molto amica di Emanuele Dotto, quindi siamo 3-2 per noi.."
Ma Dotto aggiorna il parziale..
"..Abbiamo anche il nostro autista che è di Palmi e abbiamo fatto visita parenti a Palmi.."
Bisantis annota il 5-2..
"..Ho visto che avete incontrato anche il nostro Tonino Raffa.."
Scaramuzzino va di goleada e sigla il 6-2..
"..E c'è anche Antonio Lopez qui con noi..!"
Bisantis chiude la partita..
"..Ah beh, allora possiamo andare via..!..."
Dotto celebra gli "avversari"..
"..Calabria felix..!"
E nel restituire la linea a Roma, Scaramuzzino non può che salutare così..
"..Calabresi della Capitale, a voi!"
Sesta tappa allo svizzero Dillier, che rende omaggio secondo Dotto al luogo di arrivo..
"..Una vittoria che pesa ad Acquappesa.."
Terra calabra, lingua greca..
"..Eros e Thanatos, ma per il momento più eros, più amore per questo ottimo corridore, Eros Capecchi.."
Altro campione ospite telefonico.. Dotto campione lo è comunque a suo modo..
"..Tu Fondriest sei stato campione del mondo, io sono stato campione di rotelline delle biciclette.."

Settima tappa, si arriva in Puglia, Bisantis dà anche oggi la linea agli inviati..
"..Linea ad Emanuele Dotto e Giovanni Scaramuzzino che sono in un trullo..!"
In questa fascia di trasmissione intervistato il direttore del Giro Mauro Vegni, che raggiunge al volo la postazione.. Scaramuzzino descrive la scena..
"..Mauro Vegni ha uno scatto invidiabile..!"
Bisantis da studio non è sorpreso..
"..Eh ma non è direttore del Giro per caso.."
Scaramuzzino trova così lo spunto per poter risolvere il problema principale emerso in queste prime tappe per il nostro ciclismo..
"..L'anno prossimo lo iscriviamo così almeno forse arriverà la vittoria italiana.."
Vittoria italiana che manca nonostante qualche direttore sportivo sia, per così dire, non proprio tenero con i suoi corridori, come racconta Scaramuzzino..
"..Se non andate in fuga vi prendo a calci e vi caccio via dal Giro, ha detto ieri Luca Scinto, in fuga oggi c'è Fonzi, non sarà l'happy day per il ciclismo italiano ma sicuramente per Fonzi, visto che almeno stasera Scinto non prenderà a calci e schiaffi nessuno..."
Dotto associa il carattere di Scinto alla sua provenienza..
"..Scinto si è acceso come uno zolfanello toscano.."
Nel dopo-tappa, novità radiofonica di quest'anno, Scaramuzzino mette nuovamente alle strette un suo ospite, stavolta usando l'arma del ricatto..
"..Perini dì la verità sennò chiamo Boifava domani e me la faccio raccontare.."
Altro ospite Claudio Chiappucci che presenta anche il suo libro appena uscito. Dotto compiaciuto..
"..Insomma Chiappucci è il Camilleri del ciclismo..!"
A microfono aperto l'ex scalatore si lascia però andare, e Dotto deve richiamare il Camilleri del ciclismo all'ordine...
"..Chiappucci, non scriviamo libri a luci rosse, attenzione alle esclamazioni e alle interiezioni..."
Percorso mosso, definito in gergo "mangia e bevi", anche se Dotto precisa..
"..Più bevi che mangia, visto che Locorotondo è terra di grandi vini bianchi.."

Sempre in Puglia l'ottava tappa, il paesaggio si presta alla doppia definizione di Emanuele..
"..Una giornata da amare ma anche da mare.."
Il collegamento salta, poi Dotto torna in linea e l'inconveniente si associa alla tappa, condotta fino a quel momento in maniera piuttosto blanda dai corridori..
"..Spero che la mia voce vi arrivi.."
"..Arrivi arrivi..", rassicura Zauli da Roma
"..Bene, speriamo che arrivino anche i corridori..."
In seguito, durante la radiocronaca, ecco un Antonello Brughini carico di rimpianto...
"..Noi siamo in motocicletta mentre i primi bagnanti si godono il mare splendido del Gargano.."

Ed infine nona tappa, prima del riposo, l'atteso e temuto arrivo in salita abruzzese sul Blockhaus; secondo Dotto la località di arrivo si sposa con la prestazione del vincitore e nuova maglia rosa..
"..Blockhaus in tedesco vuol dire fortino e oggi lo ha espugnato Nairo Quintana.."
Neanche a metà Giro e qualcuno ha già finito i soldi, stando alle pagelle di Massimo Ghirotto..
"..Pozzovivo e Formolo hanno speso tutto quello che avevano, anche gli spiccioli.."

E in attesa di una colletta a favore dei due scalatori italiani, diamo appuntamento alla prossima settimana in coincidenza con il nuovo giorno di riposo!

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.