#TICBLIVE

giovedì 16 giugno 2016

Tutto l'Europeo bloB (01)

#tuttoilcalcioblog
di Stefano Stradotto

Scatta oggi lo speciale blob dedicato alle trasmissioni di Radio Rai ad Euro 2016. Con la consueta formula della nostra rubrica saremo online al termine di ogni turno dell'Europeo francese.
Con il coordinamento di Riccardo Cucchi la squadra di Radio 1 è al lavoro all'IBC di Parigi e nel resto della Francia; ognuno è chiamato a dare il proprio contributo, talvolta anche reinventandosi, come annuncia lo stesso Cucchi, nella circostanza in versione conduttore di quiz..
"..Lanciamo un sondaggio qui da Parigi: indovinate di chi è la voce che effettua la traduzione simultanea dal francese di questa conferenza stampa..!..."
Si prenota la concorrente Collazzo Manuela da Roma..
"..Non so se i nostri ascoltatori lo hanno riconosciuto, io sì... era il nostro Giovanni Scaramuzzino..!"
Assegnato il titolo di campionessa alla Collazzo, Cucchi sveste i panni di Mike Bongiorno per rivestire quelli di caporedattore.. a tratti anche severo, visto l'invito che rivolge ai colleghi Dotto e Scaramuzzino alle ore 14.20, quasi sette ore prima di Francia-Romania...
"..Cominciate ad andare verso lo Stade de France..."
Dotto è preoccupato, sia per la severità del team leader, sia per la viabilità parigina..
"..Speriamo che ci sia l'autobus..."

Ed ecco che in serata li ritroviamo a destinazione, nonostante tutto.. Come è andato il viaggio, Emanuele?..
"..E' stato un viaggio senofontiano, un'anabasi per arrivare qui dentro.. speriamo che non sia una catabasi per uscire...."
Intanto all'IBC prosegue ad aleggiare lo spirito di Mike, che dopo Cucchi contagia anche Filippo Corsini, il quale dà ufficialmente il via all'Europeo con il celebre incipit di Rischiatutto...
"..Fiato alle trombe, è arrivato Tardelli..!"
Marco Tardelli, che si collega da Saxa Rubra, ha invece nostalgia dei tempi che furono, vale a dire l'esperienza dei Mondiali brasiliani di due anni fa quando quasi tutti i radiocronisti furono costretti a restare a Roma e raccontarono il Mondiale dagli affollati studi di Saxa, fianco a fianco con gli opinionisti... Oggi invece Marco si ritrova solo soletto, nel malinconico studio vuoto....
"..Ciao ragazzi..... Mi mancate molto......"
Bando ai sentimentalismi, l'Europeo inizia ed in campo non c'è spazio per intenerirsi.. Dotto svela anche uno dei motivi..
"..Non è facile dire di no a un generale, e Iordanescu lo è...."
Ed allora i giocatori sono quasi costretti a superarsi... e talvolta a superare anche il proprio...nome...
"..Stancu è tutt'altro che stanco..."
...oppure a superare malanni fisici che sembrano irreversibili...
"..Andone sembrava moribondo, adesso sta correndo come un pazzo..."
Il multiculturalismo dei nostri tempi a volte si trasferisce anche nella composizione delle nazionali di calcio.. Dotto sottolinea le controindicazioni di questo fenomeno...
"..Giroud e Griezmann parlano due lingue diverse..."
Giovanni Scaramuzzino affronta con entusiasmo l'esperienza francese, ma certo non avrebbe disdegnato un po' di vacanze, dopo il Giro e prima del Tour... La voglia di mare si fa dunque sentire...
"..Qui Pogba ha fatto come quando si gioca sulla spiaggia, quando si carica il tiro e poi si rinuncia perchè si ha paura che il pallone vada a finire troppo lontano, in mare....."

Emanuele Dotto, dopo aver raccontato da Saint Denis la gara inaugurale, è chiamato anche a fornire gli aggiornamenti sulle partite non coperte integralmente, a partire da quelle del pomeriggio seguente, sabato. Nel frattempo da Roma Paolo Zauli gli cede la linea dopo aver incontrato non poche difficoltà nel pronunciare "rubra"... Dotto ne approfitta..
"..Rubra come la maglia dell'Albania...." "..Linea dunque a Saxa Rubra, rubra cioè rossa come l'Albania..."
Zauli a questo punto riconosce l'"inferiorità" nella pronuncia e si auto-punisce...
"..Bravo Emanuele, per me invece esercizi, rubra da ripetere almeno 3-4 volte...."

Una punizione costante sembra essere invece quella inflitta a Giuseppe Bisantis, che ritrova la sua disavventura "preferita" anche nel match di Marsiglia tra Inghilterra e Russia..
"..Cerchiamo di far capire ai volontari che questi tifosi stanno dando fastidio, non solo a me ma evidentemente anche agli altri colleghi che sono accanto a noi, ora finalmente vengono fatti sedere, è davvero incredibile, una cosa del genere non si è mai vista nella fase finale di un Europeo.. Ora si sono seduti, resta solo un signore vestito di nero, evidentemente è un dirigente ma ripetiamo, sembrava davvero di vedere una barriera come quelle che si vedono in campo.... Chiudiamo questa divagazione, ma fa parte del lavoro del cronista..."
Beh, del suo di sicuro... Intanto Filippo Corsini analizza sinteticamente ma efficacemente la situazione degli inglesi...
"..Aspettiamo da 40 anni il risveglio dell'Inghilterra..."
Ed allora anche Bisantis, ripresosi in qualche modo dai disturbatori seriali, si accoda al clima amarcord, sollecitando l'opinionista di serata..
"..I numeri dei tempi di Sergio Brio, lo stopper indossa il 5... Io francamente non ricordo Sergio Brio con un altro numero.."
"..Chiediamogliene conferma..!" propone Corsini.. "..Sergio, tutta la vita col 5..?"
Sergio Brio annuisce..
"..Sì, la mia vita è un 5...."
Corsini ci resta male..
"..Detta così sembra brutta....."
L'Europeo in corso può indubbiamente condizionare il calciomercato..In tutti i sensi, a giudicare dal racconto di Bisantis..
"..Arsene Wenger è in tribuna, evidentemente voleva vedersi Jamie Vardy, e qui Hodgson gli ha fatto un dispetto perchè lo ha tenuto in panchina...."

Mentre si disputano le prime partite di questa edizione, si avvicina anche l'esordio degli Azzurri contro il Belgio.. Massimiliano Graziani, dopo un collegamento in Domenica Sport, si complimenta con Francesco Repice..
"..Francesco, complimenti per la tua pronuncia francese..!"
L'ammirazione di Graziani sembra però mal riposta...
"..Non lo parlo per nulla guarda, ti ringrazio...."
Daniele Fortuna svela il segreto..
"..Ci arrangiamo con i vocabolari..."
Repice conferma infatti la presenza di un terzo inviato a Casa Azzurri..
"..Sì, qui c'è il vocabolario itinerante..."

Stando agli aggiornamenti di Dotto, non tutte le partite che animano l'avvio di questo Europeo sono entusiasmanti... o corrette..
"..Turchia 0 Croazia 0, più calci che calcio..."
La partita, tuttavia, si sblocca ed il marcatore si mantiene fedele alla location..
"..Al Parco dei Principi di Parigi Turchia 0 Croazia 1, gol del principe dei croati Luka Modric.."
La Turchia, e la relativa fauna, sembra comunque crederci ancora..
"..E' ancora presto per vendere la pelle dell'orso turco.."
Graziani riprende allora la linea con preoccupanti ed ingombranti presenze in studio..
"..E con l'orso turco torniamo in studio.."
Graziani a questo punto si preoccupa senz'altro per se stesso, ma poco dopo anche per Dotto..
"..Sentiamo come sta la voce di Emanuele Dotto, visto che si avvicina l'inizio di Polonia-Irlanda del Nord.."
Dotto rassicura..
"..Abbastanza bene.."

Purtroppo a caratterizzare questi primi giorni di rassegna continentale ci sono stati anche gli scontri tra tifoserie.. Barbara Condorelli, sempre durante Domenica Sport, legge a tal proposito un sms..
"..Consiglio di farli azzannare da cani poliziotto.."
La riflessione di Dotto in merito non fa una piega...
"..I cani si ubriacherebbero..."

Per tornare al lato bello del calcio, Massimiliano Graziani ha un'innovativa proposta, che espone con trasporto ed entusiasmo in diretta..
"..Veramente bellissimo questo momento degli inni.. Si potrebbe fare un campionato del mondo degli inni, con le tifoserie che cantano l'inno in uno stadio e una giuria che decide.. Sarebbe bellissimo..!"
In attesa che la proposta di Graziani venga presa in considerazione dalla Uefa, qualche tifoso si produce in un altro tipo di slancio proprio sotto i suoi occhi..
"..Abbiamo visto che un tifoso della Croazia subito dopo il gol di Modric ha scavalcato, è entrato in campo (era anche abbastanza corpulento) e per festeggiare ha baciato appassionatamente Modric... Scena da rivedere.. Sarà contento Modric..!..."

In serata l'esordio della Germania, con un Giovanni Scaramuzzino tra calcio ed economia..
"..Condizioni atmosferiche variabili come i titoli in borsa, ma ad essere quotata all'Europeo è soprattutto la Germania.."
Abbandonati i freddi numeri, nel corso della serata Giovanni ritrova una vena più poetica..
"..Sono ancora lontane le ombre della notte, si avvicinano invece le ombre dei giocatori tedeschi all'area ucraina.."
A fare da contorno alle radiocronache degli inviati, anche quest'anno, ci sono i commenti degli opinionisti dall'Italia.. Chissà se le interruzioni fanno piacere ai radiocronisti o meno.. Scaramuzzino, dal canto suo, prova ad opporsi, ma deve arrendersi all'evidenza..
"..Vorrei contraddire Casarin, ma non ne trovo proprio la possibilità..."

Siamo nel frattempo alla vigilia di Belgio-Italia e Riccardo Cucchi interpella Paolo Casarin anche sulla materia a lui più cara..
"..Com'è questo Clattenburg, l'arbitro di domani, Casarin..?"
La risposta di Casarin lascia perplessi..
"..Mah... E' un buon arbitro eh... Però è un po' un mattacchione.... Ha atteggiamenti strani, gira intorno ai giocatori... In una partita, durante una rissa, era lì che girava intorno ai giocatori, sembrava don Abbondio con il breviario in mano, e lasciava che a dividerli fossero i due allenatori..."

Se a livello arbitrale sembra non tirare una bella aria, ecco che Dotto durante A Tutto Campo prova ad esorcizzare, più o meno involontariamente, rievocando uno degli eroi azzurri dell'82..
"..Tra poco restituiremo la linea a Francesco Graziani.."
Massimiliano Graziani la prende bene..
"..Spero che il Francesco Graziani con il quale mi ha chiamato Dotto sia di buon auspicio, pensando al grande Ciccio Graziani..!..."
Dotto spiega i dettagli..
"..Ho fatto una crasi tra Francesco Repice e Massimiliano Graziani.. Comunque Ciccio Graziani è del '52, come me e anche come Riccardo Cucchi dall'altra parte del vetro, quindi andiamo sul sicuro..!..."

Prima di arrivare a Belgio-Italia c'è però l'esordio dei campioni in carica della Spagna.. E' sempre Dotto a introdurre tatticamente il match..
"..Spagna, la Nazionale delle barbe incolte, perchè mi pare che gli spagnoli abbiano deciso di non radersi più.."
A questo punto Graziani decide di avvalersi dell'inviato allo stadio per dirimere la questione..
"..Bisantis, questa degli spagnoli è più una moda o una filosofia, tipo hipster..?"
Bisantis è preparato e sviscera esaurientemente il tema..
"..Mah, io penso che sia più una moda... Tra l'altro oggi qui la temperatura è quasi autunnale, ma se fossero stati due giorni fa a Marsiglia penso che avrebbero avuto anche dei problemi con la barba e il caldo..... Ma evidentemente pensano poco alle barbe e più alle gambe...."
Bisantis non si dimostra comunque esperto solo di barbe ed affini, visto che dopo un'annotazione di Corsini sull'immediata vigilia di Belgio-Italia commenta così..
"..I belgi le birre se le saranno portate da casa, d'altronde in Belgio si produce un'ottima birra..."
Meteo variabile in questo periodo in Francia, i calciatori devono prestare particolare attenzione alla scelta degli scarpini.. Ma non solo loro, come racconta ancora Bisantis..
"..Terreno insidioso, una ragazzina durante il cerimoniale di apertura ha fatto una scivolata incredibile proprio sotto la nostra postazione, il nostro Sandro Ciotti l'avrebbe definita un'estirada.. Comunque si è subito rialzata ridendo con le sue compagne e i suoi compagni di balletto e ha proseguito, ma di sicuro lei non aveva le scarpe chiodate..."
Ma l'evento straordinario è un altro: la postazione di Tolosa è ottima, comoda, alla giusta distanza dal campo, senza disturbatori... Ma Giuseppe non fa in tempo a cantare vittoria che il clima si accanisce su di lui...
"..Il vento scompagina i nostri fogli qui nella bella postazione dello stadio di Tolosa...."
Ormai provato irrimediabilmente dall'ennesima delusione, eccolo giurare di assistere a fenomeni soprannaturali..
"..Cech era leggermente fuori dai pali, Iniesta lo ha visto, gli è spuntato forse un terzo occhio, e ha calciato.."

Daniele Fortuna è la nuova seconda voce azzurra, ma durante Belgio-Italia si scopre anche per quale ulteriore ruolo sia stato destinato alla Nazionale: quello di "Conte-cam vivente", se è vero che il suo primo intervento in radiocronaca suona più o meno così...
"..Conte è già in piedi davanti alla panchina, ora si tocca il naso, poi il mento..."
Una camera vivente con inquietanti doti divinatorie, visto che proprio in quella parte di viso il c.t. resterà ferito durante l'esultanza per la rete di Giaccherini.....

Si aggrega alla truppa anche Massimo Barchiesi, che fa il suo esordio raccontando Portogallo-Islanda.. Dopo un clamoroso errore sotto porta di Cristiano Ronaldo eccolo sollecitare il commento di un modesto Marco Tardelli..
"..Beh può succedere dai... Succede anche ai più grandi... E' successo anche a me..."
Si torna da Barchiesi, in cronaca; la partita sembra tutto sommato abbastanza corretta..
"..In questa azione c'erano almeno 3-4 falli per parte, l'arbitro ha scelto una soluzione salomonica..."

Il quotidiano collegamento con Casa Azzurri rivela infine il dietro le quinte, grazie ad un premuroso Riccardo Cucchi..
"..Daniele Fortuna adesso andrà a riposare, perchè ha dormito poco ieri notte..."

Lasciamo dunque Fortuna al sonno del giusto, e vi diamo appuntamento alla conclusione della seconda tornata di partite!

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.