martedì 24 maggio 2016

Tutto il Giro bloB 2016 - Settimana 2

#tuttoilcalcioblog

di Stefano Stradotto

Completata la seconda settimana di corsa, culminata nel terzo ed ultimo giorno di riposo, è arrivato anche per noi il momento di soffermarci su quanto andato in onda nei sette giorni che ci siamo lasciati alle spalle, in attesa della ripartenza da Bressanone per il rush finale.

Martedì scorso il Giro aveva aperto la sua seconda settimana con la tappa appenninica di Sestola e con un clamoroso ritiro, quello di Mikel Landa; pochi dettagli filtrano inizialmente sulle cause, i giornalisti non possono prendere informazioni, Giovanni Scaramuzzino comunque non se la prende più di tanto..
"..Sembra che ci sia una barriera anti-proiettili nucleari quando si cerca di fare una domanda a questi signori..."

L'indomani il gruppo continua a risalire l'Italia approdando in Veneto; Massimo Ghirotto vive una giornata di grande emozione, accolto con affetto nel passaggio in moto dalla sua Este.. Anche Antonello Brughini raccoglie  "testimonianze" in tal senso..
"..Grande emozione anche per noi oggi, in un bar abbiamo potuto vedere quanto sia amato da queste parti Massimo Ghirotto e quanto rappresenti il ciclismo..!"
Emozione in corsa ma anche sul palco d'arrivo, visto che la diretta ospita contemporaneamente ben tre campioni del mondo.. Dotto racconta l'arrivo al traguardo di uno di loro, all'insegna delle vecchie abitudini...
"..Accanto a Paolo Bettini è arrivato proprio adesso in volata, come fossimo a Liegi, nel sottopasso di Liegi, Moreno Argentin..!"
Emanuele poi si accorge che l'ultimo arrivato ha subito delle richieste personali...
"..Torniamo, per la gioia di Moreno Argentin che l'ha richiesto espressamente, alla moto di Massimo Ghirotto..!"
Ed ecco arrivare, in collegamento telefonico, il terzo campione del mondo di giornata, Beppe Saronni, già intervenuto in una delle tappe precedenti. Il giorno prima a Sestola era arrivato il bis di Diego Ulissi, della Lampre di Saronni, e Dotto allora lo accoglie così..
"..Beppe Saronni, devi pagare da bere..!"
Mentre Saronni è lì a preoccuparsi circa il numero delle persone a cui dovrà offrire da bere (in effetti non specificato da Dotto...) Scaramuzzino lo getta nel panico anche per un altro motivo...
"..Vuoi vedere che Moser è di nuovo a farsi la doccia nel pullman della Lampre..!..."
Abbandonando Saronni al suo sconforto, ecco al telefono un altro prestigioso ospite, Francesco Guidolin, grande esperto di ciclismo; questa sua passione lo ha portato anche a stringere amicizia con diversi ex corridori, tra cui Moreno Argentin che però tanto amico non sembra essere, alla fine dei conti....
"..L'ultima volta che ci siamo visti con Francesco è stata quando si è attaccato alla mia maglietta mentre andavamo su a Piancavallo....."
Paolo Bettini infatti lo riprende..
"..Tiro mancino, non si dicono queste cose!"
Ma Argentin non ha rimorsi ed insiste..
"..Non ti devi vergognare Francesco, l'abbiamo fatto tutti....."
Guidolin cerca una disperata difesa..
"..Non è vero, non è vero!"
Difesa che sembra convincere Giovanni Scaramuzzino....
"..Guarda Moreno che la tappa di Pinocchio, quella che passava per Collodi, c'è stata l'altro giorno eh....."
A riportare alla ribalta valori più sani ecco nuovamente Massimo Ghirotto che dopo aver vissuto la giornata sulle strade di casa raggiunge la postazione a fine tappa.. Dotto lo vede provato..
"..Massimo Ghirotto versione Bobby Solo, una lacrima sul viso, con Argentin che gli passa un fazzolettino per detergere la lacrimuccia..."
Scaramuzzino non si fa intenerire ed entra in polemica con Massimo, reo di stare troppo "a ruota"...
"..Hai visto Francesco come fa Ghirotto, risponde per ultimo, noi siamo quelli che in volata prendono il vento prima, e poi arriva lui..!..."
La serata è all'insegna del romanticismo, con Antonello Brughini che si collega all'interno di Zona Cesarini...
"..Noi stiamo trasmettendo praticamente all'aperto, sotto le stelle.."

Ancora veneta la tappa di giovedì con traguardo per velocisti a Bibione; il meteo e la situazione di corsa sembrano convergere verso un punto in comune ben preciso, come racconta dalla moto Ghirotto..
"..Il gruppo, è proprio il caso di dirlo vista la pioggia, tiene i due fuggitivi a bagnomaria..."
L'ospite telefonico del giorno è Michele Bartoli, soprannominato il leoncino delle Fiandre, il quale torna a riflettere sulle prestazioni di Diego Ulissi..
"..Ulissi può ancora crescere.."
Dotto coglie in qualche modo una somiglianza, pur ancora in fieri...
"..Per ora è un cucciolo di leone..."
Un problema che quest'anno si è riproposto in maniera fin troppo frequente è stato quello dei ritiri eccellenti, e soprattutto programmati, di alcuni dei protagonisti.. Scaramuzzino ne parla con preoccupazione, ma Dotto gli svela uno dei reali motivi di questo andazzo..
"..Molti scelgono di abbandonare il Giro......"
"..Anche perchè ci sono i voli low cost..!"
Nel frattempo arriva lo sprint e Dotto ne chiede una analisi ad Alessandro Petacchi, secondo ospite di questa tappa.. Ma Petacchi, rirtiratosi da poco, dimostra di non aver ancora metabolizzato l'inattività...
"..Una fotografia di questa volata da Alessandro Petacchi!....... Alessandro....? Alessandro ci sei.....?.........è andato a fare la volata....."
Prima di chiudere, Scaramuzzino conferma intanto di aver imparato la lezione impartita da Dotto poco prima..
"..Occhio alle carte di imbarco....!....."

Venerdì è il primo giorno del terribile trittico di montagna; gradito ospite sul traguardo di Cividale del Friuli è Roberto Collini, ex voce del ciclismo per Radio Rai. La giornata è particolare anche perchè segna l'assenza di Emanuele Dotto.. Collini prova allora a sostituirlo in tutto e per tutto.. Prima con la poesia del racconto..
"..Il dolce cavalcare delle colline moreniche..."
Poi con una perla in perfetto stile "dottiano"..
"..Credo che per Nieve sia ormai una cosa molto lieve arrivare al traguardo.."
Se tre indizi fanno una prova, ecco dunque la conferma che chiunque siede al posto solitamente occupato da Emanuele ne assorbe le caratteristiche..
"..Siamo al ponte del diavolo e tra gli ospiti qui del Giro abbiamo visto anche il 'diablo' Claudio Chiappucci.."
Ma Collini non è al Giro solo per sostituire Dotto e dimostra di saperci ancora fare con le analisi di quanto succede in corsa.. Scaramuzzino ci svela nel dettaglio il perchè..
"..La tappa è arrivata, sono le ore 17.02 e 50 secondi, Collini aveva previsto l'arrivo per le 17.03..!..."
Collini si schermisce..
"..Beh, spesso ai Giri c'era la corsa a scommettere e indovinare l'orario di arrivo della tappa, anzi, sono un po' arrugginito, abbiamo sbagliato di 10 secondi..."
Scaramuzzino gli consiglia allora una possibile attività alternativa..
"..Beh, adesso non esageriamo, sennò ti proponiamo alla Nasa per un posto dopo-Rai...!"
Stare in postazione all'arrivo sarà sicuramente divertente ed interessante, ma l'esperienza della motocronaca è unica.. Senz'altro a Giovanni ogni tanto mancherà, ed ecco allora Brughini arrivare sul palco con il palese unico scopo di far "rosicare" il collega..
"..Bello da qua, ma molto più bello dalla moto, Giovanni..!"

Ed eccoci al tappone dolomitico per eccellenza che si corre sabato con arrivo a Corvara; Radio 1 se ne occupa sin dal mattino dedicandogli quasi tutta la puntata di Extratime. Con una sorpresa, annunciata dal conduttore Massimiliano Graziani...
"..Migliaia i partecipanti ogni anno alla maratona delle Dolomiti, tra questi anche il nostro Maurizio Ruggeri.."
Nel servizio che segue Maurizio Ruggeri racconta in effetti le sue esperienze.. A volte ai confini del normale...
"..Chi vi parla provò qualche anno fa anche il percorso medio, arrivando talmente annebbiato al traguardo da credere alle allucinazioni nel vedere accanto a sè il 'signore degli anelli', Juri Chechi...."
L'esperienza di incontri inattesi sul traguardo di Corvara sembra però essere comune e viene vissuta anche da Dotto nel pomeriggio...
"..Segnalo a Barbara Condorelli che abbiamo incrociato qui sul traguardo Red Canzian dei Pooh.."
Lo svolgimento della tappa, intanto, pare inizialmente deludere le aspettative..
"..Una tappa dove francamente fino ad adesso è successo abbastanza poco, aspettando Godot, come avrebbero detto i cultori di letteratura..."
Poco dopo in realtà qualcosa, anzi molto, succederà.. Attacco di Nibali, crisi di Valverde, ma poi cedimento anche dello stesso siciliano di fronte a Chaves e Kruijswijk, raccontato così da Emanuele..
"..Lo Squalo dello Stretto è rimasto impigliato nella rete che gli è stata tesa dai suoi avversari..."

Rete ancor più difficile da districare attende Nibali il giorno dopo nella cronoscalata dell'Alpe di Siusi.. In attesa della prova dei big la giornata è senz'altro una delle più nobili di questa edizione, come da introduzione di Giovanni Scaramuzzino..
"..Ieri tappa regina, oggi frazione principesca..!"
Giornata nobile, ma anche festiva..
"..Facciamo gli auguri di buon compleanno al nostro Roberto Speranza, non diciamo l'età, sviamo così....."
E' un Giro partito dall'Olanda e sin qui dominato in gran parte dagli olandesi.. Per Scaramuzzino è dunque bene aggiornarsi, con l'aiuto in postazione dello storico cronista olandese Ludo van Kroisen...
"..Quasi all'intermedio Tim Wellens....almeno questo l'ho detto bene, a differenza di Kruijswijk?
"..Sì sì, bene!"
"..Benissimo, grazie..! Punto a finire l'anno con 6--....."
Tappa quantomai delicata quella della cronoscalata, anche per chi la segue dalla moto.. Richiesta massima precisione, Scaramuzzino manda i suoi motocronisti in avanscoperta.. Ghirotto però deve ancora carburare..
"..Chiediamo scusa per il rilevamento sbagliato di prima, ma avevamo sbagliato un cartello..."
Scaramuzzino lo"bastona"...con finale amarcord..
"..Ecco, allora abbiamo fatto bene a farvi fare questo giro di ricognizione prima, perchè dopo quando sarà il momento dei grandi sarà vietato sbagliare...... Scherzo, sapessi quanti ne ho sbagliati io di cartelli....."
Ad impreziosire la lunga diretta il c.t. Davide Cassani, che per Radio 1 torna nelle vesti di commentatore in cronaca diretta, non sottraendosi al potere della "postazione Dotto"..
"..Per lui il futuro è roseo, a proposito di Giro d'Italia.."
Dotto ricambia regalando al c.t. il ruolo di cronometro umano..
"..Davide, io non ho il cronometro, ho te...!"
Altro ospite d'eccezione Claudio Chiappucci, che però forse ha frainteso l'invito, almeno secondo Dotto..
"..Chiappucci, sei vestito come un damerino ma qui siamo alla radio, la giacca te la puoi togliere..."
La crono è  ancora una volta una frazione trionfale per Steven Kruijswijk, il Giro è indirizzato sulla strada orange anche secondo Emanuele..
"..Il Giro non è finito, ma Kruijswijk ha preso il biglietto per l'autostrada.."
E d'altronde le origini della maglia rosa in qualche modo parlavano già chiaro..
"..Nella città di Kruijswijk Van Gogh dipinse 'i mangiatori di patate', oggi lui ha mangiato i km..."

Nel giorno di riposo si fanno i conti con acciacchi e fatica.. Lo fanno i corridori, lo fanno gli inviati.. Consolati dal fatto che comunque chi è rimasto a Roma, talvolta, sta peggio di loro..
Scaramuzzino saluta Massimo Barchiesi durante A Tutto Campo..
"..Ciao Massimo, come stai?"
"..Eh, insomma, un po' raffreddato...."
"..Allora siamo in due..!..."
"..Sì però tu hai la giustificazione del freddo della montagna e della pioggia....."

E dopo il faticoso riposo, tutto pronto per ripartire alla scoperta dell'ultima settimana, che vi riassumeremo a Giro concluso nel nostro ultimo appuntamento!

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.