martedì 7 luglio 2015

I classici di TiCB: Juventus 2002-2003

Torna il best of, il mix di pillole pescate dal passato, di TiCB.

Questa rubrica propone infatti alcuni pezzi di storia di Tutto il calcio grazie alla collaborazione con il canale You Tube di Marco d'Alessandro MXMCLASSIC.

Riviviamo assieme le emozioni del 27° titolo bianconero, quello datato 2002-2003
Milanesi in prima fila per il calciomercato, complice la crisi finanziaria della Lazio che ripartì da Mancini allenatore ma perse Crespo, che andò all'Inter, e Alessandro Nesta che andò al Milan. Il Parma ripartì da Cesare Prandelli alla guida tecnica e prese Adriano e Mutu in attacco con Alberto Gilardino terza punta in rampa di lancio. Il presidente del Perugia Luciano Gaucci si fece notare ancora una volta cacciando Ahn, l'autore del golden goal con cui la Corea del Sud estromise l'Italia negli ottavi di finale dei Mondiali. La Fiorentina fallì e dovette ripartire dalla C2. La Juventus puntò su Camoranesi e Di Vaio, il Milan prese l'asso brasiliano Rivaldo mentre l'Inter acquistò il già citato Crespo, il difensore Fabio Cannavaro e cedette Ronaldo al Real Madrid e Seedorf al Milan in cambio di Francesco Coco. Il Perugia di Serse Cosmi schierò giovani come Fabrizio Miccoli e Fabio Grosso.Il Chievo accolse il panzer Bierhoff nelle file del suo attacco,oltre che a Pellissier,che diventerà una bandiera del club.L'Udinese puntò anch'essa su un tedesco, Jancker per l'attacco,riaccolse Sensini dopo ben 9 anni e tesserò inoltre il centrocampista ceco Jankulovski.La Reggina,tornata in serie A dopo una stagione,prese il fantasista giapponese Nakamura.
In questo campionato, dopo l'inatteso e rocambolesco epilogo del precedente, la Juventus di Lippi si confermò: per il tecnico di Viareggio fu il quinto Scudetto conquistato alla guida dei bianconeri (cui si aggiungono quelli del 1995, 1997, 1998 e 2002). La stagione vide, inoltre, un predominio italiano in campo europeo: l'Inter, il Milan e la Juventus raggiunsero le semifinali di Champions League. La coppa andò ai rossoneri, prevalsi prima sui rivali cittadini (per un gol segnato in trasferta) e poi sui campioni d'Italia ai rigori. Il torneo successivo ai Mondiali nippocoreani cominciò con il secondo turno: il primo, che era originariamente previsto per il 31 agosto e 1º settembre, fu rinviato e recuperato il 6 novembre per il mancato raggiungimento di un accordo sui diritti televisivi da parte di alcune società. L'Inter, che aveva confermato in panchina Cúper nonostante la delusione dell'ultimo campionato, salì in vetta alla quarta giornata senza però mantenere a lungo la posizione: in autunno il primo posto fu occupato, provvisoriamente, anche dal Milan e dalla Lazio di Mancini che si ritrovò in testa per una sola domenica. Il titolo invernale fu appannaggio della squadra di Ancelotti, che lo conquistò il 19 gennaio 2003 vincendo a Piacenza e lasciando gli inseguitori a −3. La tornata di ritorno fu segnata dalla rinascita della Juventus, soltanto quarta a metà campionato: i torinesi agganciarono l'Inter al comando il 16 febbraio per poi imporsi, due settimane più tardi, nel confronto diretto ed accumulare un margine di tre lunghezze. Pur impegnata, con successo, nel cammino europeo la Juventus difese agevolmente il primato arrivando a conquistare il suo 25º titolo il 10 maggio, con due giornate di anticipo, grazie al pareggio casalingo contro il Perugia (proprio l'avversario che tre anni prima aveva tolto alla Vecchia Signora un titolo parso già acquisito).Salirono sul podio le milanesi, con l'Inter del capocannoniere Vieri seconda e il Milan (trionfatore anche in Coppa Italia) terzo. Degno di nota anche il quarto posto della Lazio, malgrado la crisi finanziaria da cui la società era afflitta: in Coppa UEFA entrarono il Parma, l'Udinese e la Roma (sconfitta dal Milan nella finale di coppa nazionale). Alla discesa tra i cadetti furono condannati il Torino (già in crisi societaria), il Como, il Piacenza e l'Atalanta: la retrocessione orobica giunse dopo un doppio spareggio contro la Reggina, salvatasi per la regola delle reti fuori casa. Permanenza in massima serie anche per il Modena, riapparso in A dopo la retrocessione del 1964[FONTE WIKIPEDIA].
Ma ecco il momento saliente
Campionato di Serie A 2002-2003
32a Giornata - Juventus - Perugia
10 Maggio 2003
Radiocronaca di Riccardo Cucchi e Giuseppe Bisantis

Ecco la nostra collezione speciale
Noi torniamo prossimamente
-->

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.