#TICBLIVE

lunedì 18 maggio 2015

Tutto il Giro bloB 2015 - Settimana 1

#tuttoilcalcioblog

di Stefano Stradotto

Cari Amici di Tuttoilcalcioblog, come ogni anno nel mese di maggio il nostro blob raddoppia e dedica tre puntate speciali al Giro d'Italia, una per ogni settimana. La 98a edizione della corsa rosa vede confermato il grande impegno di Radio Rai al suo seguito, un impegno anzi se possibile aumentato per numero di ore e finestre in diretta nel corso del palinsesto.
Una variazione c'è comunque stata ed è quella relativa alla squadra di inviati: confermatissimi Emanuele Dotto, Giovanni Scaramuzzino e Massimo Ghirotto, si è resa invece necessaria la sostituzione di Tarcisio Mazzeo, promosso al ruolo di caporedattore della Tgr Liguria; al posto di Tarcisio su Motocronaca 2 ecco dunque Antonello Brughini.
Per il bravo radiocronista perugino è d'obbligo un brindisi di benvenuto.. Lo prendono in parola gli organizzatori del Giro a margine della crono-squadre di apertura a Sanremo..
"..Sì, stiamo facendo anche noi, insieme alle centinaia, alle migliaia di appassionati di ciclismo, il bagno di spumante..!"
La location sanremese è ben nota ad Emanuele Dotto, non solo visto che si tratta della sua Liguria, ma anche per i Festival di Sanremo a cui ha avuto modo di presenziare negli anni passati.. La chiusura della prima radiocronaca di questo Giro non può dunque che essere influenzata da questa esperienza..
"..Ci risentiamo domani, ancora dalla Liguria: sotto questo cielo, sotto questo sole..!"

Dopo la chiusura della prima tappa in musica, il secondo arrivo ligure porta Dotto direttamente sotto casa, a Genova. Emanuele non è il solo a far festa nella prima domenica di corsa: Massimo Ghirotto su Motocronaca 1 ci ricorda perchè, "sostituendosi" perfino alle telecamere..
"..Uno degli uomini in fuga si è avvicinato alla moto ripresa della tv e ha fatto gli auguri alla mamma.. Noi non possiamo farlo, ma facciamo comunque gli auguri a tutte le mamme all'ascolto..!"

Da un Ghirotto in versione cameraman alla radio, si passa l'indomani a un Giovanni Scaramuzzino nelle inedite vesti di gregario..
"..Facciamo noi da gregari ai nostri inviati perchè c'è una galleria più lunga del previsto..!..."
Un contributo concreto Scaramuzzino sembra comunque averlo dato, in alternanza con Dotto, in occasione del Tour de France vinto da Nibali lo scorso anno.. A confermarlo è il compagno di camera del campione siciliano, Alessandro Vanotti, in collegamento per commentare la terza tappa.. Giovanni gli tira la volata introducendo l'argomento..
"..Allora Alessandro, grande appassionato di radio, di Radio Rai... vogliamo raccontare che vivevate anche attraverso i nostri racconti su YouTube la sera, visto che dividi la camera da sempre con Vincenzo Nibali, l'avventura in maglia gialla perchè volevate sapere un po' come la radio raccontava le imprese di Vincenzo sulle strade del Tour de France vittorioso.."
Vanotti conferma..
"..Sì veramente, al Tour seguivamo le cronache alla sera molto tardi su YouTube e ci davano morale perchè i finali sono molto molto belli e sentire la tua voce ci dava morale per il giorno dopo, è qualcosa di particolare rispetto alla televisione che si ascolta tutti i giorni.. Veramente ci toccava il cuore e ci dava morale anche questo.."
Soddisfatto anche Dotto, nonostante...la fatica..
"..Ci avete fatto lavorare tanto ma è stato un lavoro di grande soddisfazione perchè vincevate in pianura, in discesa, in salita, davvero avete dimostrato di essere una grande squadra, una squadra tricolore..!"
Insomma anche Dotto, Scaramuzzino (ed il nostro Marco D'Alessandro..) con un pezzetto di maglia gialla sulle spalle..
Nel frattempo, la terza tappa con arrivo a Sestri Levante va a Michael Matthews; gli australiani dell'Orica-GreenEdge stanno monopolizzando le prime giornate di corsa, l'immagine che si presenta sotto gli occhi di Emanuele Dotto non deve dunque sorprendere più di tanto..
"..Gli australiani continuano a saltare come canguri sul Giro d'Italia..!"

E l'indomani, sul traguardo della quarta tappa a La Spezia, cambiano gli interpreti ma non... gli animali..
"..La maglia rosa è passata da un canguro all'altro.."
In effetti un canguro in maglia rosa (dopo la quarta frazione Simon Clarke) desta scalpore e tutti vogliono accaparrarselo per una dichiarazione, un filmato.. A farne le spese, sul traguardo, è Antonello Brughini...
"..Ce lo stanno portando via... anzi ci stanno letteralmente trascinando...!..."
Le interviste allora si inseriscono in diretta inavvertitamente, mentre Dotto e Scaramuzzino stanno conversando nel dopo tappa.. Dotto spiega..
"..Abbiamo qualche interferenza, cambio ruote.."
Più che cambio ruote, cambio rete, visto che l'audio "intruso" era quello dell'intervista ad Elia Viviani su Rai Sport..

Quinta tappa, primo arrivo in salita sull'Abetone. Durante A tutto campo Massimo Barchiesi vuole impressioni e pronostici dagli inviati..
"..Come vedete Fabio Aru?"
Dotto, nonostante siano passati alcuni giorni, è ancora influenzato dal clima sanremese della giornata di apertura..
"..Massimo, te lo dico in musica: spunta la luna dal monte.."
Più tardi, all'inizio della radiocronaca vera e propria, splendida introduzione di Giovanni Scaramuzzino che ricorda come Giovanni Pascoli fosse legato alle zone attraversate dalla tappa.. Ma è giusto lasciare la parola a chi in materia è ancora più esperto..:
"..Emanuele è maestro in questo..!"
Dotto ha però una chiave di lettura... alternativa..
"..Sì, e questa è zona anche di pascoli, perchè abbiamo visto molti cavalli..."
Deluso Scaramuzzino...
"..Ah....Nell'altro senso....."
Giovanni, dopo aver visto le sue aspirazioni poetiche disattese dal collega, prova a dimenticare tuffandosi nell'amarcord e ci fa sapere che ha fatto lo stesso anche Ombretta Conti a Saxa Rubra.. Forse anche troppo, a giudicare dalla sua descrizione..
"..La nostra regista Ombretta Conti si è tuffata, metaforicamente e non solo, nelle teche.."
Nel frattempo Dotto, persa ormai (almeno per oggi) la stima dell'amico, dialoga con chi è in conduzione da Roma, spulciando anche nel loro "privato"..
"..Sappiamo che Francesco Graziani va in bicicletta, chiederemo anche a Noemi Giunta se è un'appassionata oppure se va ancora con la biciclettina a pedali..."
Triciclo o meno, per il momento la tappa si mantiene tranquilla..
"..La linea a Francesco Graziani e Noemi Giunta con 'Restate scomodi', sulle biciclette in questo momento si sta tutto sommato abbastanza comodi.."

Siamo a giovedì 14 maggio, tappa per velocisti con arrivo a Castiglione della Pescaia. Tre degli inviati al Giro, come ben sappiamo, masticano nel resto dell'anno soprattutto calcio.. In quest'ottica, inatteso omaggio di Gianni Savio, direttore sportivo dell'Androni Giocattoli, al microfono di Massimo Ghirotto..
"..Per la nostra squadra come sempre schema 6-1-2..!..."
Ghirotto, forse volontariamente, si allontana...
"..Sì, adesso dobbiamo staccarci perchè c'è una curva...."
Prende la linea dal palco un alquanto perplesso Giovanni Scaramuzzino..
"..Bene.... Sì..... In realtà non è che si sia capito molto di questo schema....."
Dotto conferma..
"...Sì.... Era una curva a gomito...."
Dopo quest'esperienza singolare, Massimo Ghirotto nel suo girovagare in moto va in cerca di qualcuno più aderente al mondo ciclistico.. e pare riuscirci..
"..Poco fa in moto ho incontrato Van der Velde..!"
Entusiasta Scaramuzzino..
"..Hai capito che incontri si fanno sulle strade della Maremma..!"
Più scettico invece Dotto..
"..Incontri ravvicinati del terzo tipo..."
Insomma, per Ghirotto pare non essere una giornata particolarmente adatta agli incontri.. Ecco che allora decide di dedicarsi ai consigli a distanza rivolti al collega di moto Brughini, al seguito del gruppo maglia rosa distante qualche chilometro rispetto alla testa della corsa seguita da Ghirotto..
"..Attenzione Antonello, visto il vento vi consiglio di iniziare la manovra per riposizionarvi in maniera diversa rispetto al gruppo.."
Più che in moto, sembra di essere su un altro mezzo di trasporto, come annota Dotto..
"..Sembra davvero di essere in una stazione ferroviaria: il treno è in fase di manovra, chiudere le porte, non scendere, non salire....."
Brughini, ad ogni modo, obbedisce..
"..Io da buon soldato eseguo gli ordini del nostro esperto Ghirotto..!..."
La chiosa di Dotto porta con sè anche il ricordo di un caro maestro, calcistico e non solo..:
"..Diceva Vujadin Boskov: soldato che fugge buono per altra battaglia.."
Dopo aver sperimentato in questo pomeriggio diverse strade alternative, Ghirotto torna infine in cronaca..
"..Ci sono state scaramucce.."
Ma è un invito irrinunciabile per Dotto..
"..Da scaramucce a Scaramuzzino..!"
...che, tutto sommato, apprezza..
"..Ah, questa è buona..! L'assist ci sta..."
La volata finale sarà caratterizzata da una caduta (coinvolta anche la maglia rosa Contador) causata da uno spettatore a bordo strada, come sta spiegando proprio Scaramuzzino..
"..Adesso c'è la mania delle fotografie con questi telefonini..."
Dotto si chiama fuori..
"..Non mi guardare perchè io sono negato con queste tecnologie..."
Ma Giovanni svela..:
"..Non del tutto..!"

La settima tappa è quella con arrivo a Fiuggi; originario della provincia di Frosinone è anche l'allenatore del Cesena Mimmo Di Carlo, che da appassionato di ciclismo viene coinvolto in diretta su Radio 1.. La presentazione di Giovanni Scaramuzzino..:
"..Beh insomma, sai come dice Emanuele quando parla di te: competenza e simpatia inversamente proporzionali alla lunghezza dei capelli..."
Da quelle parti, traguardo volante dedicato ai latinisti... Anche se di certo tra questi i frusinati non includeranno Claudio Lotito...
"..Attenti, attenzione, alla latina cave, traguardo volante di Cave..!"
Mentre Dotto si occupa del traguardo volante, Scaramuzzino è impegnato in altre...operazioni..
"..Mi faceva sorridere vedere Jaroslaw Marycz perchè stamattina eravamo con Roberto Speranza, che da tanti anni collabora con noi, e abbiamo visto quello che sembrava un cicloamatore al bancomat a fare la sua operazione.. E ci dicevamo: 'ma guarda che quello è un ciclista', 'ma guarda che no', 'ma guarda che sì'... E insomma era Marycz che prima della partenza da Grosseto prendeva un po' di soldi... Insomma, ciclisti persone normali...!"
Nonostante il "rifornimento" in partenza, il polacco non sembra essere tra i potenziali favoriti di giornata.. Nell'elenco di chi aspira alla vittoria sul traguardo di Fiuggi c'è invece Gilbert, anche se sulla pronuncia del cognome del belga da parte di Ghirotto, Dotto ha un piccolo appunto..
"..Se i colleghi belgi ti sentissero ti toglierebbero la pelle..."
Scaramuzzino prova a difendere, in parte, la pelle di Massimo..
"..Beh, non siamo francesi... Io mi ricordo che una volta pronunciarono Moreno ArgentEn... E fin lì vabbè.... Ma poi aggiunsero 'probabilmente di origini francesi', e allora ci fu un'insurrezione popolare.."
Nel frattempo Ghirotto, per salvare la pelle, si applica e durante il collegamento seguente pronuncia perfettamente il nome del corridore della BMC.. Scaramuzzino, ammirato, dà di gomito a Dotto..
"..Hai sentito come lo ha pronunciato perfettamente adesso?"
Dotto apprezza ed annuncia la presenza di una miss d'eccezione riservata a Ghirotto, al traguardo..
"..La regina madre Paola di Liegi gli avrebbe scoccato un bacio..!..."
Le incalzanti cronache dalle moto a volte devono essere interrotte causa gallerie.. Necessaria dunque la classica melina radiofonica, che Scaramuzzino lascia a Dotto..
"..Adesso Emanuele dobbiamo parlare un po' noi, perchè vedo iniziare una galleria..."
Dotto si prende l'onere di tenere la linea per tutta la durata della galleria, incassando la standing ovation del collega..
"..Insomma, hai un tiki taka da Barcellona, hai tenuto la linea praticamente fino alla fine del tunnel, anche questo è professionismo, bravo, bravo Emanuele!"
Dotto come premio vorrebbe che gli fosse dedicata una canzone..
"..Non c'è tempo per un brano musicale.. Sarebbe stato adatto 'sono fuori dal tunnel'.."

Il Giro non è solo sport ma anche scoperta del territorio, musica, gastronomia..  e non può mancare l'aggancio letterario, specialmente con Dotto in cronaca; come ad esempio sabato pomeriggio durante l'ottava tappa con arrivo in quota a Campitello Matese..:
"..Tre uomini in barca il bel libro di Jerome K. Jerome, tre uomini in fuga in questo momento nell'ottava tappa del Giro d'Italia.."
Conclusa la tappa con il successo dello spagnolo Intxausti, arriva il momento di chiudere la diretta.. Dotto saluta tutti e cede la linea.. Ma sembra esserci un'omissione, che Paolo Zauli da studio si incarica di segnalare..
"..Emanuele, l'elenco è lungo ma mi sa che hai dimenticato qualcuno.. Giovanni Scaramuzzino, lo aggiungo io...."
Dotto ha una giustificazione più che plausibile...
"..Sì, sai perchè? Perchè è piccolo e non si vede..."

Scaramuzzino non si fa scoraggiare e l'indomani si presenta anzi sul traguardo di San Giorgio del Sannio in versione particolarmente romantica...
"..Si dice che il ciclismo sia come l'amore, cioè vince chi fugge.."
A fronte di uno Scaramuzzino innamorato, Dotto si concentra invece sulla tappa; se nei primi giorni a tenere banco erano stati i canguri, ora la fauna pare essere cambiata..
"..La corsa del pavone, Alberto Contador.."
La domenica radiofonica del Giro porta con sè anche la convivenza con il calcio, che i nostri inviati ben conoscono.. La concomitanza è quindi trattata con particolare riguardo.. Sia da un ritrovato Scaramuzzino..
"..Particolare attenzione a quello che succede sui campi di calcio, perchè come si dice, basta sbagliare il primo bottone della camicia per sbagliarli tutti..."
..Poi anche da Antonello Brughini in corsa..
"..Siamo ancora sullo 0-0 tra Contador e Aru, visto che stiamo ascoltando Tutto il calcio minuto per minuto..."

In attesa di capire come e quando il punteggio tra i duellanti del Giro si sbloccherà, noi salutiamo dandovi appuntamento a lunedì prossimo, quando approfitteremo come oggi del giorno di riposo per mandare on line la nostra seconda puntata!



0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.