#TICBLIVE

giovedì 4 dicembre 2014

E intanto sul prato verde ...

#tuttoilcalcioblog
di Alberto Castino
La tredicesima giornata indica il mantenimento delle distanze tra le due forze in campionato rispetto alle altre squadre, mantenendo viva la crisi per il Parma e confermando le due sorprese genovesi.
Nell'anticipo delle 18 del Sabato Sassuolo-Verona si scontrano in un match molto attivo e avvincente. Due 4-3-3 rapidi e veloci si trovano di fronte, e mettono in luce quanto questo modulo possa diventare più comune nel prossimo futuro per rendere il campionato di Serie A più divertente. A Reggio Emilia la squadra di Mandorlini passa in vantaggio con Moras sugli sviluppi di un calcio d'angolo, per poi dimenticare di entrare in campo nel secondo tempo, lasciando praterie ai nero-verdi che ribaltano il risultato con Sansone e Taider.
Alle 20.45 Chievo-Lazio conferma il buon momento di forma per la squadra di casa, in serie positiva da tre partite ed una Lazio sempre meno brillante rispetto all'inizio di campionato. La poca cinicità degli attaccanti biancocelesti (con un Keita irriconoscibile, credo che si apra il mercato per lui a Gennaio) e soprattutto l'ottima prova di Bizzarri fa terminare la partita sullo 0-0.
La Serie A riprende la Domenica alle 15, facendo come al solito divertire i tifosi nella partita in cui il Cagliari è coinvolto. Cagliari-Fiorentina termina 0-4, ma il risultato è decisamente bugiardo o meno figlio della filosofia zemaniana: tanto attacco e poca difesa. La squadra di casa costruisce tante occasioni da gol ma un po' per sfortuna e un po' per incapacità non riesce a sfruttarle, mentre i viola passano con una fortunosa punizione di Mati Fernandes e chiudono la partita in contropiede, dopo aver fallito anch'essi varie opportunità da gol. Al Cagliari rimane solo una buona prestazione contro una delle squadre più forti del campionato.
Milan-Udinese termina 2-0, ma con tante polemiche verso le decisioni arbitrali: sullo 0-0 un gol-non gol (il quale rimane indefinibile anche dopo mille replay televisive) dalla parte dei rossoneri fa scatenare Galliani sulla necessità della tecnologia in campo; dopo viene concesso un discutibile rigore alla squadra di casa che fa infuriare Pozzo, regalando il vantaggio con Menez. Lo stesso giocatore chiude la partita con una bellissima azione personale.
A Cesena il Genoa dilaga nella saga dei rigori sbagliati. 3 gol nel giro di pochissimo tempo portano i tre punti a Gasperini, al che concesso un rigore a Matri che viene neutralizzato dalla promessa Leali, mentre dall'altra parte Cascione tira sulla traversa l'opportunità dell'1-3. I rossoblu continuano così a sorprendere aiutati da un riscoperto Matri.
Empoli-Atalanta termina 0-0 con tante occasioni da recriminare per la squadra di casa. Partita facile da commentare perchè simbolo delle filosofie tattiche dei due allenatori: Sarri fa giocare la sua squadra cercando il gol con la coppia Maccarone-Tavano, mentre Colantuono utilizza il solito catenaccio e contropiede. Tanti possibilità mal sfruttate per l'Empoli e punteggio che si ferma sullo 0-0.
Palermo-Parma indica la buona forma dei rosanero ed una crisi che non finisce per Donadoni. Partita illuminata da due ottime giocate che portano il risultato sull'1-1, e poi una paperissima di Iacobucci (è possibile che un portiere del genere possa giocare in Serie A?) regala i tre punti a Iachini che sono meritati contando il numero di occasioni avute. Non trovo una possibilità di salvezza per un Parma del genere, che solo con un florido mercato invernale e tanti miracoli potrebbe raggiungere una salvezza attualmente insperata.
Alle 18 si gioca la partita più importante per la cornice storica, ovvero il Derby della Mole. Dopo anni i tifosi granata possono vedere la loro squadra viva e combattente contro una Juventus sempre più forte. I padroni di casa passano in vantaggio su un rigore di Vidal fischiato per una tocco di mano inutile e poco intelligente di El Kaddouri. Il Toro pareggia con un'azione veramente pazzesca di Bruno Peres, che si fa 75 metri palla al piede prima di scaraventare una bomba imprendibile per Storari. La Juve si spaventa, visti i tanti contropiedi e diverse occasioni fallite dal Toro, e rimane persino in dieci per l'espulsione di Lichtsteiner. Cambiato modulo prova il forcing finale scoprendosi ai contropiedi avversari, ma a due secondi di numero dalla fine su una brutta palla persa da Benassi, Pirlo tira e la palla si insacca con un Gillet impotente. Tante recriminazioni per i granata che hanno dominato la partita visto che il loro portiere belga non ha praticamente compiuto parate, e Dio solo sa come sarebbe finita con uno tra Cerci o Immobile in attacco, mentre i bianconeri possono ringraziare il loro campionissimo capelluto.
Alle 20.45 si sfidano Roma-Inter: partita bella e divertente che fa terminare il primo tempo sull'1-1. Mancini viene poi espulso e allora la Roma dilaga andando sul 3-1, poi chiudendo la partita al 90' con una perla di Pjanic. All'Inter rimane la prestazione, compiuta grazie ad un morale ritrovato soprattutto grazie al neo allenatore. Per ridiventare competitiva però i nomi attuali non bastano, quindi il mercato di Gennaio potrà favorire la ripresa dei nerazzurri. Garcia può essere soddisfatto della forza della sua squadra in campionato, ma sinceramente non credo che possa competere ancora con i bianconeri, aiutati oltre che dalla propria forza anche dalla sorte a mantenere le distanze con i giallorossi.
Nel Lunedì si sfidano in un match avvincente i due presidenti del cinema, Ferrero e De Laurentis. Sampdoria-Napoli vede la squadra di casa dominare incontrastata per 90' trovando pure il vantaggio con Eder; dopo che Higuain fallisce una ghiottissima occasione, Benitez vede i suoi conquistare un punto con una zuccata di Duvan Zapata. Questa sfida può significare che almeno quest'anno la sfida per il terzo posto potrà essere molto più interessante rispetto agli anni passati, vedendo 3-4 squadre diminuire il gap con le superiori, anche se Juventus e Roma sembrano attualmente irraggiungibili.
Concludo augurando ai lettori un buon fine settimana.

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.