#TICBLIVE

mercoledì 5 novembre 2014

I classici di TiCB: Cagliari 1969-1970

Torna il best of, il mix di pillole pescate dal passato, di TiCB.

Questa rubrica propone infatti alcuni pezzi di storia di Tutto il calcio grazie alla collaborazione con il canale You Tube di Marco d'Alessandro MXMCLASSIC.

Riviviamo assieme le emozioni dello scudetto più vecchio a nostra disposizione, già raccontato nella rubrica Tutto il calcio Amarcord.
Correva l'anno 1970 e la vittoria andò al Cagliari di Gigi Riva
A movimentare particolarmente il mercato fu lo scambio tra Cagliari e l'Inter; ai sardi (che acquistarono anche il fresco Campione d'Italia Mancin) andarono il difensore Poli, il centrocampista Domenghini e il centravanti Gori, mentre i milanesi, affidati a Heriberto Herrera, incassarono 250 milioni e la firma di Boninsegna. La Juventus rispose acquistando Morini e Vieri dalla Sampdoria, la Roma esaudì le richieste di Herrera ingaggiando il centravanti Cappellini il Torino investì molto per assicurarsi il giovane Sala. Il campionato iniziò il 14 settembre 1969; partirono bene i campioni uscenti della Fiorentina, sorpassati alla quinta giornata dal Cagliari dopo la sconfitta interna contro gli stessi rossoblu. Era il 12 ottobre; la squadra sarda iniziò la fuga, ottenendo subito buoni risultati grazie a una squadra votata alla difesa, che approfittava in attacco dell'estro del veloce Riva. Un mese dopo, i punti di vantaggio su Fiorentina e Inter erano quattro. Nel corso di dicembre, l'allenatore del Cagliari Scopigno fu squalificato per cinque mesi per aver insultato un guardalinee a Palermo e tra le inseguitrici si aggiunse la Juventus, in ripresa dopo una partenza stentata che era costata la panchina a Carniglia: comunque, il Cagliari, affidato all'allenatore in seconda Ugo Conti, resse e il 28 dicembre si fregiò del titolo simbolico di campione d'inverno con un turno d'anticipo. Il gol in rovesciata di Gigi Riva al L.R. Vicenza; l'attaccante del Cagliari, miglior marcatore della stagione, siglò 21 reti. Nelle prime sette gare di ritorno la Juventus incamerò tredici punti; il 15 febbraio stese il Vicenza, mentre il Cagliari pagò dazio a San Siro, venendo punito nel finale dall'ex Boninsegna e ritrovandosi i bianconeri ad un solo punto di distacco. I rossoblu riuscirono ad aumentare il vantaggio a due punti la settimana dopo, mantenendo le distanze fino allo scontro diretto del 15 marzo, al Comunale di Torino. Ottenuto il 2-2 nel finale, il Cagliari poté lanciare la volata finale; la settimana dopo la Juventus cadde a Firenze e mollò la presa, lasciando il secondo posto all'Inter. Il 12 aprile l'ormai lanciato Cagliari chiuse all'Stadio Amsicora la miglior stagione della sua storia, mandano in B il Bari e festeggiando il primo scudetto. A soli sei anni dall'approdo in massima serie, la squadra rossoblu portò il titolo lontano dalle grandi città del Nord e del Centro Italia, conquistando una vittoria ricca di significati per l'intera Sardegna, poiché il Cagliari fu simbolo di un'isola distante, ritenuta "patria di pastori e banditi" (così spiegò Riva, tra i principali artefici della vittoria), e destinata a diventare in questi anni ambita meta turistica. Le 21 reti di Riva valsero all'attaccante il titolo di capocannoniere e la convocazione a Messico 1970, assieme ad altri cinque giocatori della squadra rossoblu: Albertosi, Cera, Domenghini, Gori e Niccolai. Le sole 11 reti subite dal Cagliari sono inoltre un record ancora oggi ineguagliato. Assieme al Bari, che pure aveva disputato un buon girone d'andata, caddero in Serie B il Palermo ed il Brescia; per pugliesi e lombardi la permanenza in massima serie era durata appena un anno. La Lazio e la Sampdoria riuscirono invece a salvarsi grazie ad un positivo girone di ritorno. Tormentato il campionato della Roma di Herrera che, troppo sterile in fase offensiva, non andò oltre il decimo posto.[FONTE WIKIPEDIA]
Ma ecco il momento saliente
Campionato di Serie A 1969-1970
28a Giornata - Cagliari-Bari 2-0
12 Aprile 1970
Radiocronaca di Sandro Ciotti


Ecco la nostra collezione speciale


Noi torniamo prossimamente
-->

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.