#TICBLIVE

lunedì 27 ottobre 2014

La Radio-Pagella 2014-2015 Puntata 10

#tuttoilcalcioblog
di Francesco Furlan

Vincitore di giornata: Riccardo Cucchi.
Non c’è a mio avviso moltissimo da dire sulla radiocronaca Cucchiana di ieri: la partita dello Juventus Stadium è filata via abbastanza liscia e la cronaca di Cucchi ne ha dato conto senza sbavature. Si tratta né più né meno che del solito (ottimo) standard di un racconto di Cucchi per una partita non memorabile. Mi premeva invece premiare Cucchi e ringraziarlo per l’ottima idea di “Tutto lo sport minuto per minuto”. L’invadenza del calcio rischiava di sottrarre spazio agli altri sport di squadra, che Radio Rai ha (giustamente) sempre seguito e valorizzato. Da parte mia, sono soddisfattissimo della soluzione trovata da Cucchi. Certo, qualcosa da limare c’è: ad esempio, non sarebbe male avere almeno un paio di aggiornamenti per tempo sui punteggi dei campi non collegati di basket e volley; così come ieri non ho capito perché il buon Pacitti non fosse messo direttamente in coda alla pallavolo, ma entrasse in collegamento solo di tanto in tanto. Comunque, l’importante era partire: spero adesso che tale iniziativa venga mantenuta durante tutto l’anno. Gli appassionati di pallavolo e pallacanestro se lo meritano.

Top
Francesco Repice: mi sbaglierò, ma ascoltando la radiocronaca di sabato sera, ho avuto la sensazione che i sette gol subiti dal Bayern, oltre che sulla psiche dei giocatori della Roma, abbia un po’ influito anche sul morale di Repice. Radiocronaca stranamente in modalità “under statement” per tutti i novanta minuti. Eppure, paradossalmente (per qualcuno), è questo il Repice che preferisco. Senza tanti orpelli o caressate, la sua grande capacità di tenere il ritmo alto anche in partite non memorabili emerge alla grande. E se la seconda voce è poi il solito eccellente Mazzeo, il risultato non può che essere decisamente positivo.

Giuseppe Bisantis: a parte un piccolo ma significativo incidente (un clamoroso the delle cinque sul gol realizzato da Acerbi, opportunamente mascherato in fase di blob), l’ottimo Bisantis è stato forse il migliore nel doppio impegno Emiliano-Romagnolo di questa fine settimana. Molto buona la prestazione nel derby del Tardini (ottimo anche un Brughini in costante ascesa); ancora migliore quella del Manuzzi, dove riesce a raccontare le complicate fasi seguite al contestato rigore per l’Inter senza accartocciarsi o perdere la trebisonda. Ed anche nel prosieguo della serata sembra il più in palla dei tre inviati.

Massimo Zennaro: anche per l’ottimo Massimo una prestazione davvero di buon livello nella scarna puntata domenicale. Ottimo in occasione del vantaggio del Chievo, gli succede qualcosa di clamoroso nel minuto e mezzo che potrebbe rovesciare il risultato ben prima del decisivo gol di Pinilla: in un unico collegamento prende in diretta il pareggio di Matri ed il rigore per il Genoa. La voce gli si incrina addirittura sulla parata di Bardi, ma sicuramente il suo è uno degli interventi più memorabili di questa stagione. E bene anche Corsini che gli lascia la linea per tutto il tempo necessario.

Flop
Filippo Corsini: detto della buona prestazione durante la puntata delle 15 di domenica e del più che discreto esordio nella tranche delle ore 18, lascia invece assai perplessi la sua gestione nella puntata del sabato. Corsini conduce in generale molto bene, ma la sua mancanza di elasticità talvolta lascia un poco interdetti. Ad esempio: non so se vi siano direttive precise in proposito, ma perché lasciare una partita ampiamente chiusa come Empoli-Cagliari campo principale fino alla fine? E se proprio il Castellani non poteva sfilare almeno al secondo posto, perché lasciare Pescara quarto campo fino alla fine ? Le partite di Avellino e Crotone, tiratissime fino al termine, avrebbero ben meritato di precedere quella dell’Adriatico…

Antonio Monaco: un pochino demoralizzato dalla pessima prestazione del Pescara, il buon Antonio commette un paio di lapsus piuttosto clamorosi. Ha la fortuna di prendere in diretta il gol di Concas, ma gli scappa un inopinato “vantaggio dell’Empoli” (che, immagino, i tifosi Toscani avranno preso come un qualcosa al limite della provocazione, vista la mattanza che andava consumandosi al Castellani…); mentre, nel secondo tempo, gli sfugge in almeno un paio di circostanze il nome dello sfortunato arbitro Pinzani (di Empoli anche lui…), che in realtà era già negli spogliatoi da parecchio tempo (e Monaco aveva ben descritto le fasi del suo infortunio). Piccoli inconvenienti che capitano…

Cambi di regolamento non annunciati dalla Fifa: in questa fine settimana abbiamo assistito a due curiose sperimentazioni, una in serie A ed una in serie B. Talvolta si insinua che certe squadre possano giocare in dodici: ebbene a Livorno ed all’Olimpico di Roma è successo. Lo Spezia è difatti scesa in campo con “uno spregiudicato 3-4-4” (e ben gliene ha incolto, visto il risultato finale), mentre al Toro non è bastato un inconsueto “4-5-1-1” per uscire indenne dall’Olimpico biancoceleste. La prossima volta, nella parte dedicata alle interviste, sarebbe gradito anche un commento tattico di Oronzo Canà.

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.