#TICBLIVE

mercoledì 18 giugno 2014

Tutto il Mondiale bloB (01)

#tuttoilcalcioblog

di Stefano Stradotto

Cari Amici di Tuttoilcalcioblog.it, parte oggi l'appuntamento in versione Mondiale del nostro blob, che si affaccerà al termine di ogni tornata di partite per rileggere i momenti più curiosi di "A ritmo di gol", la trasmissione di Radio 1 che tiene compagnia agli ascoltatori ogni giorno, dal pomeriggio a notte fonda. Ed a proposito dell'impegno della squadra di Radio Rai per questi Mondiali, nonostante le difficoltà create dai tagli, ci preme iniziare complimentandoci fin da adesso per lo SPLENDIDO lavoro di Riccardo Cucchi & co. Ed ora andiamo a cominciare...

Si è appena conclusa la prima giornata dei gironi ma noi partiamo addirittura dalla settimana che ha preceduto l'inizio di questi Mondiali: Francesco Repice e Antonio Monaco, inviati al seguito degli azzurri di Prandelli, hanno infatti raggiunto il Brasile diversi giorni prima, precedendo anche la Nazionale stessa.. Repice nel primo collegamento da Mangaratiba ci fa subito entrare nel clima, descrivendo in maniera più che mai vivida i ragazzi brasiliani che giocano a calcio in strada..
"..hanno questi muscoli guizzanti dal colore ambrato..."
Gli interventi dal Brasile non sembrano tuttavia iniziare sotto i migliori auspici.. "Colpa" di Paolo Zauli? E' in realtà lui stesso ad insinuare questo dubbio, durante la puntata di Domenica Sport dell'8 giugno....
"...forse buon pranzo a voi..!"  augura il conduttore da Saxa Rubra..
Repice è già timoroso...  "..Magari più tardi.... Speriamo...."  ..nemmeno il tempo di concludre la frase ed ecco che il collegamento cade...  Zauli sembra sentirsi in colpa...
"...Ecco, caduti..... Il mio buon pranzo è stato veramente deleterio......"
Il collegamento viene in qualche modo recuperato, ma in chiusura Zauli lancia un'altra bordata..
"..A stasera... E vediamo se riuscirete a pranzare, e a mantenervi in forma per stasera......"
Nonostante gli auguri di Zauli i nostri si ripresentano al microfono nella nostra tarda serata per l'amichevole degli azzurri con la Fluminense.. Repice sembra aver seguito il consiglio di Zauli di mantenersi in forma, qualcun altro un po' meno....
"..Guardalinee una signora, o signorina non sappiamo, francamente non abbiamo indagato nella vita privata di questa Lilian Bruno, una donna bruna, onestamente anche abbastanza in sovrappeso....."

Ma finalmente ecco l'inizio dei Mondiali, il 12 giugno. E' tempo di pronostici, Riccardo Cucchi propone ad Italo Cucci di sbilanciarsi..
"..Un tuo pronostico Italo!"
Cucci dimostra però di avere un po' di confusione circa le modalità di partecipazione a un Mondiale..
"..Io non dico Italia, dico Europa!"
Chissà che Blatter, vista la sua predisposizione alle stranezze, prima o poi non decida di far partecipare al Mondiale rappresentative selezionate per Continenti, come proposto dal buon Italo..
Nel frattempo a San Paolo del Brasile scatta la prima partita, Brasile-Croazia, raccontata da Giuseppe Bisantis; è un avvio di Mondiale all'insegna delle stranezze: il primo gol è un'autorete dei padroni di casa, il faro del Brasile Neymar è il primo ammonito di quest'edizione, e....
"..Pallone rimesso in gioco addirittura da un fotografo..!"
Da questo capiamo subito che la rassegna brasiliana sarà contrassegnata anche dalle stranezze regolamentari.. La più vistosa di queste è l'utilizzo dello spray per segnalare il punto in cui la barriera dovrà sistemarsi in caso di punizione.. Paolo Casarin, in collegamento, non nasconde il suo entusiasmo per le capacità del direttore di gara... Non esattamente però quelle nel dirigere l'incontro...
"..Hai visto con quale precisione l'ha fatto!? Ha tirato bene la riga!"
Filippo Corsini ha qualcosa da ridire...  "..Mi è parso che abbia sbagliato la distanza però... Mi sembravano non più di sei metri...."
La considerazione di Corsini ha il potere di smorzare l'entusiasmo di Casarin...  "...Mi è sembrato che i giocatori siano rimasti impietriti...."
Il tema si confermerà in seguito il più gettonato anche nella radiocronaca di Giuseppe Bisantis...
"..Perplessi per la figura dell'arbitro che va in giro con la bomboletta...."
Dopo i dubbi sull'arbitro potenziale vandalo, ecco quelli sulla prestazione di Marcelo... positiva sì, ma per gli altri....
"..Marcelo in questa partita non è che abbia brillato più di tanto..... a parte l'autogol...."

La seconda partita del Mondiale, Messico-Camerun, si disputa l'indomani alle 18 italiane; stadi sempre abbastanza pieni in Brasile.. Magari anche perchè molti giocatori vivono la stessa realtà del camerunese Song.. Quale? Ce lo spiega Emanuele Dotto...
"..Song vanta il primato per il numero di fratelli, ben 27... Insomma, come claque è messo bene..."
Ma a livello numerico sono messi bene anche a Saxa Rubra, durante la radiocronaca.. Mentre Dotto sta descrivendo l'assegnazione di un calcio d'angolo in sottofondo si siente un "nooooo".. Riccardo Cucchi, che è il conduttore di turno, è costretto ad intervenire per spiegare che l'esclamazione era di Marco Tardelli.. E' l'inizio di un Mondiale radiofonico da protagonista per l'eroe dell'82, da lì in poi presenza costante e partecipe di molte cronache.. Dotto lo coinvolge subito..  "Tardelli, non sei d'accordo sulla mancata assegnazione del corner..?"   "No"   "Cartellino giallo allora per l'arbitro da parte di Marco Tardelli!" , sancisce infine Dotto
Cartellino giallo anche per le abitudini extra-campo di Samuel Eto'o, che Dotto ci svela con tanto di numeri..
"Eto'o alloggia in una stanza da 200 mq e da 3000 € a notte... Credo che Tardelli non sia molto d'accordo..."   Ma si inserisce a sorpresa Riccardo Cucchi..:  "..Tardelli non li ha mai pagati 3000€ a notte..."
Il triangolo prosegue.. Cucchi a Tardelli:  "Marco, condividi l'analisi di Emanuele?"
"Beh, Emanuele non sbaglia mai..!"  esclama Tardelli
"Non sbaglia mai Emanuele..."  annuisce Cucchi
"Caffè pagato, ma non è vero..."  si schernisce Dotto
L'idillio tra Dotto e Tardelli è destinato, come vedremo più avanti, ad essere interrotto nei giorni seguenti.. Ma nel frattempo il campione del mondo è sempre più partecipe in cronaca..
"Errore della difesa del Camerun!"
Dotto ne elogia il tempismo... sotto porta, come ai vecchi tempi...
"Errore anche mio che non avevo visto il tiro di Peralta, meno male che sei intervenuto tu sottomisura..!"
Tutte le squadre devono cercare di adattarsi alle complesse condizioni climatiche... I giocatori africani interpretano però un po' troppo alla lettera il concetto....
"Difesa del Camerun in barca, d'altra parte sta piovendo a dirotto..."
Nel frattempo è un Tardelli ancor più scatenato che nella notte del Bernabeu..
"Aveva un problema a una gamba.."  annota dopo una sostituzione.. Dotto è ormai quasi sbalordito..:
"Tardelli è anche medico?!"
Se Tardelli si ricicla come dottore, anche il direttore di gara non scherza..
"..Molto bello questo arbitro che fa anche un po' l'imbianchino.."
La musica in Brasile è un elemento decisamente importante.. I giocatori del Camerun, ed in particolare uno, come ci dice ancora Dotto, sembrano però non ricevere influenze positive dal Paese ospitante...
"..Un Song molto molto scarso, molto molto scadente, una canzone veramente stonata.."
Tardelli centra poi un record, cambiando il quarto mestiere nel giro di una manciata di minuti..
"Corner!" , esclama.. E Dotto ufficializza la nuova professione..:
"..C'è stata una deviazione e Tardelli, che fa anche il guardalinee, sanziona questo tiro dalla bandierina.."
Tardelli fischia poi la fine ed il Messico festeggia.. Anche troppo...
"..Una partita giocata sotto la pioggia a Natal, ma davvero festeggiano Pasqua e Natale i messicani..!"

Lasciamo Dotto e Tardelli e salutiamo Giulio Delfino (all'esordio assoluto in un Mondiale) e Massimo Barchiesi che raccontano Spagna-Olanda, rivincita della finale 2010. Verso fine primo tempo Delfino propone questa riflessione..
"..Delude Janmaat, Barchiesi.."
Ma Barchiesi insinua che il collega stia facendo un po' il furbo, visto il cognome difficile...
"Non l'hai pronunciato mai....."
Delfino prova ad arrampicarsi sugli specchi..
"Non l'ho pronunciato mai perchè non ha toccato mai palla..."
Nella ripresa invece uscita a sorpresa da parte dello stesso Barchiesi...:
"..Eppure ti dirò Giulio che forse questa partita spera di perderla la Spagna.. Tu mi dirai: questo è impazzito..." 
Comincia a non essere più una sorpresa, invece, lo spray usato dagli arbitri.. Il protagonista di serata in questo senso è l'italiano Rizzoli.. Delfino descrive la scena..:
"..Ecco che Rizzoli usa per la prima volta la bomboletta.."
Barchiesi ha una sua teoria..
"Sembra schiuma da barba..!.."

La prima partita giocata a mezzanotte è Cile-Australia, e Giovanni Scaramuzzino stigmatizza episodi di schiamazzi notturni..
"..Quello che abbiamo chiamato campanello d'allarme in realtà è diventato un campanone..."

Dalla notte disturbata dal suono del campanone passiamo a sabato pomeriggio; durante Colombia-Grecia Massimiliano Graziani evidenzia seri problemi "tattici" per un giocatore greco..
"Papastatopoulos ha scritto sulla maglia semplicemente Socratis, perchè Papastatopoulos proprio non c'entrava....."
La tattica di squadra si inserisce invece decisamente nel solco della tradizione ellenica...
"..La Grecia cercherà fino alla fine della partita di mantenere una tensione da tragedia greca..."

Non sarà una tragedia, ma di certo quanto accade all'Uruguay in serata rappresenta una delle sorprese più eclatanti della prima tornata di partite.. In cronaca ecco nuovamente Dotto assieme a Tardelli.. E tra i due il duetto assume sempre più i contorni del duello.....
"Rigore!"  esclama all'improvviso Tardelli su un'azione confusa in area.. Dotto si prende però la rivincita dopo i fatti del giorno prima...
"No, non è rigore..! Mi fa piacere notare, stavolta, un intervento in anticipo in tackle su Marco Tardelli..! Perchè c'era stata una spinta precedente..."
Cucchi alimenta il fuoco della rivalità...  "Stavolta ha ragione Dotto..."
Gli animi tuttavia si rasserenano grazie al fair play dei contendenti.. Tardelli sportivo..:
"Stavolta sì... Ma ha sempre ragione..."
Dotto modesto..:
"No, non ho mai ragione..."
Oltre a quelli reciproci, elogi anche per la terna arbitrale..:
"Borsch, Lupp e Brich dimostrano di non perdersi nel bosco.." , rassicura Dotto
La musica per l'Uruguay sembra essere inizialmente dolce.. Tanto che la descrizione dell'azione che porta al rigore vede un Dotto in versione canora..
"Addio Lugano Bella, perchè è stato proprio il capitano dell'Uruguay a toccare il pallone propiziando il calcio di rigore.."
Al momento dell'intervallo Emanuele e compagni sembrano intenzionati ad una inattesa sortita televisiva..
"..con Giovanni Scaramuzzino, Riccardo Cucchi e Marco Tardelli ci risentiremo per il secondo tempo, con notti mondiali..!"
Nella ripresa intanto si farà notte per l'Uruguay al cospetto della Costa Rica.. Ma al rientro in radiocronaca troviamo anche e soprattutto un Tardelli quantomai battagliero...
"..C'è questa guerra tra me ed Emanuele adesso... Vedremo.... Ne diremo delle belle....."
Dopo le dichiarazioni bellicose dell'ex centrocampista Dotto e Scaramuzzino cercano di spegnere le polemiche.. Niente di meglio che premere il tasto off... Dotto approfitta di un errore sottmisura da parte di un uruguagio..
"..Più che un tap-in un tap-off.."
Ancora più preciso Scaramuzzino..:
"Un tap-out!"
Giovanni sollecita ancora Emanuele..:
"..Cosa avevamo detto noi all'inizio del secondo tempo..?"
Dotto:  "Non me lo ricordo.."
Nelle interruzioni di gioco c'è spazio anche per l'angolo della moda calcistica.. Cucchi nostalgico..:
"..Preferivo gli scarpini tutti neri.."
"Parole sante!" , applaude Scaramuzzino
Se tra Cucchi e Scaramuzzino regna l'armonia, pochi metri più in là la tensione si taglia ormai a fette con il coltello... Per Dotto ogni spunto è buono per proseguire nel duello..:
"..Un fallo d'astuzia, un fallo tattico, un fallo alla Tardelli..!"
Cucchi, come si dice, non è nato per mettere pace..
"E' una provocazione questa..!"
Ma l'autocontrollo di Tardelli è invidiabile..
"Sì beh.. la accetto da Emanuele..."
Rinfrancato dall'approvazione dell'"amico-nemico", Dotto sfodera nell'appassionante finale di radiocronaca le sue sempre divertenti perle..:
"..Sta entrando Diego Calvo... Calvo di nome ma non di fatto..."
"..Costa Ricca più che Costa Rica..."
"..Un'entrata non a martello ma a martello pneumatico.."
"..Urena al primo pallone che ha toccato ha fatto gol... con quelle scarpe poi..!"
"..Per come ha giocato più Mini Pereira che Maxi Pereira.."

Fotografata grazie a Dotto e compagni la disfatta dell'Uruguay è il momento di proiettarsi verso Italia-Inghilterra, esordio mondiale degli azzurri di Prandelli; Buffon, acciaccato, non sarà della partita.. L'incoraggiante analisi di Italo Cucci..:
"..Ricordiamo che Buffon è al quinto Mondiale.. Ne ha pochi meno di me..."
Allibiti al cospetto di questa immagine cerchiamo comunque di mantenere alta la fiducia.. E' il momento, il Mondiale dell'Italia sta per iniziare: sarà il primo senza Riccardo Cucchi in radiocronaca e di certo la nostalgia, per tanti ascoltatori, sarà forte..  con un lapsus più che mai opportuno è Cucchi stesso a dimostrare che probabilmente la nostra nostalgia è anche la sua..
"..Buon lavoro e tra poco torneremo da noi..... da voi...!"
Francesco Repice ne riceve il testimone, ma avrebbe già bisogno di fare una pausa....
"..La FIFA ha disposto che per le partite che si disputano alle 18 non ci sia bisogno del drink break... In realtà ne avremmo bisogno noi, figuriamoci i giocatori...!"
L'Italia batte ancora gli inglesi (2-1), sfiorando anche la terza rete nel finale.. con un Repice calato in clima esami di maturità..
"...Pirlo traversaaa!!!! Il professore!!!! Era andato all'interrogazione Hart e si era fatto trovare impreparato stavolta!"
Finisce la partita di Manaus ma non la nottata di Radio 1, che tra sabato e domenica si trasformerà addirittura in mattinata con la quarta partita, Costa d'Avorio-Giappone; per ingannare l'attesa del calcio di inizio (ore 3) c'è tempo per andare da Giuseppe Bisantis collegato dall'IBC di Rio.. Bisantis ci racconta le...gesta di Maradona, presente in Brasile... anche se non esattamente quelle alle quali siamo abituati..
"..Maradona è un dio del calcio però anche lui è un essere umano e ha i suoi bisogni fisiologici e ieri abbiamo visto davanti ai bagni, che sono proprio di fronte alla postazione Radio Rai, un codazzo incredibile, ed era Maradona che appunto, come tutti i comuni mortali, aveva appena usufruito dei servizi...."
La chiosa di Riccardo Cucchi non fa una piega...
"Beh, diciamo che anche lui è un essere umano, però lui ha la fila anche lì e noi no....."
Filippo Grassia, in collegamento telefonico, replica con entusiasmo..:
"Per essere le 2 e mezzo è una battuta straordinaria..!"
"Beh dobbiamo resistere fino alle 5..!" ,spiega Cucchi
La radiocronaca della notte è affidata ad Ugo Russo e Daniele Fortuna; la radio, pur attualissima, è indubbiamente anche un medium "vintage".. In alcuni casi più di altre volte...
"..Daniele Fortuna, una tua polaroid su questo primo tempo!"

Domenica, quarto giorno di incontri; la mezzanotte sarà contrassegnata dall'esordio dell'Argentina e Giuseppe Bisantis, inviato al Maracanà, ne parla con Emanuele Dotto, in conduzione da studio...
"..Romero è un portiere che non piace tanto ad Emanuele Dotto..!"
Dotto precisa..:
"E' a lui che non piace il pallone, perchè ne ha raccolti molti in fondo alla rete nella Sampdoria..."
Il Mondiale, fatalmente, può dare anche problemi di lingua.. Giulio Delfino sta presentando l'imminente Svizzera-Ecuador..:
"..Ascoltiamoci 40 secondi di Behrami che ha presentato in italiano questa partita..!"  parte il contributo con Behrami che parla...in inglese...   "Ovviamente non era in italiano.."
L'inconveniente fa sì che Delfino arrivi un po' stanco già verso fine primo tempo.. E così l'unico minuto di recupero è decisamente indigesto...
"..C'è un minuto di recupero... Interruzioni non ne ricordavo... Vabbè, un minuto poco male, dieci secondi se ne sono già andati....."
Come se non bastasse nel corso del secondo tempo arriva anche la fame... Dotto contribuisce ad acuirla...
"..Hitzfeld, il generale tedesco che guida le truppe svizzere, con tanto di cappello al sapore di Emmenthal svizzero... e adesso buco della difesa.."
Un affamato Delfino conferma..
"..A proposito di buchi nella groviera...."
Poco dopo Delfino replica con un omaggio ciclistico dedicato naturalmente proprio a Dotto..
"..Lichtsteiner si è dissetato come un ciclista su una salita.."
Ancor più preciso Massimo Barchiesi..:
"In cima allo Zoncolan..!"
Ma ecco un'improvvisa spending review anche sui paragoni... Dotto..: "Beh, bastava anche una salita meno dura..."
Delfino aggiusta allora il tiro..:  "Anche Saxa Rubra..."
Dotto approva: "Sì.. La salitella del cavalcavia..."
Gubitosi sarà soddisfatto... Poco dopo, proprio in quest'ottica, ecco Dotto cedere di nuovo la linea ai radiocronisti:
"La linea ai nostri inviati... Inviati naturalmente a Saxa Rubra..."
Delfino:  "Il percorso è stato breve...."
Nel frattempo Barchiesi butta un occhio (preoccupato..) agli spalti...
"..Tifosi stravaganti, alcuni vestiti addirittura da Babbo Natale..!"
E' anche il Mondiale della tecnologia.. Ma a Radio 1 sono organizzati in ben altro modo..:
"Non arriva il replay, ma noi abbiamo un replay umano, Paolo Casarin!" annuncia Dotto
Il collegamento con il replay vivente però non è perfetto e Delfino riprende la parola.. "Evidentemente caldo anche a casa Casarin.."
Di sicuro fa caldo in campo.. Dotto propone saggiamente:  "Ci vorrebbe il drink break.."
"Alcuni lo chiamano anche cool drink.." precisa Delfino..
Indispensabile precisazione di Barchiesi..
"Cool con la doppia 'o', eh, precisiamolo...!"

Fatte le dovute precisazioni, un salto alla serata con Francia-Honduras; non lavorava in radio, ma una delle voci per eccellenza dei Mondiali e della Nazionale (la cui mancanza in tv si sente eccome..) viene citata in radiocronaca e noi, grazie ad Ugo Russo, la ricordiamo più che volentieri..:
"..Il grandissimo Bruno Pizzul avrebbe detto, tutto molto bello tranne la conclusione..!"
Dall'amarcord all'innovazione più importante, nel corso della stessa serata: è infatti in occasione di un tiro di Benzema non trattenuto dal portiere honduregno che la tecnologia del gol-non gol viene utilizzata per la prima volta in maniera decisiva. Negli studi Radio Rai Filippo Corsini sembra però nutrire qualche dubbio...
"...è tutto automatico... un po' te lo spingono loro in rete....."
Gli fa eco un polemico Italo Cucci, che usa inoltre toni ai limiti del drammatico....
"..Volevo lanciare un'iniziativa seria... Non hanno permesso di abbeverarsi nella disperazione del caldo..!"
Finita la partita dei francesi Corsini passa dal polemico al romantico...
"Si sta avvicinando il grande momento, l'ora di Cenerentola, la mezzanotte..."
Con un'introduzione così l'emozione non può che salire.. Ma emozionanti, sul serio, sono le belle parole con cui Giuseppe Bisantis apre il suo collegamento dal Maracanà per Argentina-Bosnia..
"L'uomo non è di legno e nemmeno il radiocronista, c'è una certa emozione a fare questa presentazione..!"

Che l'uomo non sia di legno ce lo conferma Giulio Delfino il giorno dopo durante Germania-Portogallo.. Anche se con differenti...motivazioni....
"..Ed ecco che una tifosa, tra l'altro molto carina, restituisce il pallone..."
Riecco in studio Tardelli, che stavolta sfida a duello proprio Giulio Delfino.. Giulio sta riflettendo sulle traiettorie del Brazuca, il pallone di Brasile 2014..
"..Alcuni si devono ancora abituare al pallone.."
Tardelli:  "Dipende anche dai piedi..."
Delfino prova di nuovo a coinvolgerlo..  "Quanto può durare questa melina dei tedeschi, Tardelli?"
Tardelli:  "Anche fino alla fine.."
Delfino tenta ancora di far sbottonare un Tardelli piuttosto sintetico...  "Cosa bisogna fare ad un calciatore come Pepe, Marco?"
Tardelli:  "Bisogna mandarlo a casa.."
Nulla da fare, insomma.... Sull'episodio dell'espulsione di Pepe ci permettiamo di sforare in tv, ma per ritrovare in realtà una storica voce radiofonica, Bruno Gentili..:  "Mueller è caduto come l'orsacchiotto del Luna Park..."
Riaccendendo la radio, ecco che nel secondo tempo Delfino torna alla carica...
"..Tardelli dice di no, ma forse Eder ha sbagliato il cross perchè non si era ancora abituato al pallone..."
Tardelli:  "Di cross credo che ne abbia sbagliati anche con altri palloni.."
La partita è interamente di marca tedesca, ma un episodio a favore dei portoghesi, non visto dall'arbitro, accende il dibattito in radiocronaca.. Alla fine la sentenza viene emessa da Delfino..:
"..Basta, era rigore, lo abbiamo deciso noi!"
Giulio spiega anche come questa sua "decisione" sia in qualche modo interessata..
"Il rigore poteva riaccendere la partita per quelli che sugli spalti si stanno addormentando, ovviamente speriamo non chi è all'ascolto.."
...e viene subito punito...:
"...e la Germania dice, sai che c'è, ti faccio anche il quarto gol, che puntualmente arriva!"
A partita chiusa c'è tutto il tempo di notare altri dettagli del match...
"..Gli ha detto quella cosa in inglese.... Quella che in inglese è composta da due parole e in italiano invece da una tutta attaccata....."
...e in studio è il momento di utilizzare vari stratagemmi per rompere la noia...
"..Mentre tra poco Filippo Corsini ci dirà quali sono le altre due formazioni nel gruppo di Belgio e Russia, io le so ma volevo mettere alla prova Corsini che si sta addormentando qui in studio..."

In serata ad essere abbastanza soporifera è Iran-Nigeria.. E proprio sulla qualità dell'incontrò deflagrerà la rivalità Dotto-Tardelli.. Intanto tutto sembra calmo, almeno per un po'.. Tra una considerazione di Dotto sui volatili..:
"Le Super-Aquile nigeriane mi paiono un po' senza piume.."
...e discutibili cambi dell'Iran, nella radiocronaca di Scaramuzzino e Russo..:
"Giovanni, io speravo che lo annunciassi tu questo cambio, perchè è davvero improponibile.."
Dotto annota anche un errore dell'arbitro, che si tramuta in un ossimoro vivente..:
"Vera ha fatto una cosa falsa..."
Ed ecco la battaglia senza esclusione di colpi... Tardelli aveva espresso perplessità sulla spettacolarità del match, ed è Dotto ad aprire "il fuoco"...
"Tardelli, a costo di essere polemico con te, un po' come i gemelli diversi, Eurialo e Niso, Castore e Polluce, io francamente di partite ai Mondiali ne ho viste di peggiori..."
Tardelli risponde da par suo..:
"Beh, se si gioca senza porte ci si può divertire..."
Dotto allora, poco dopo, lo punzecchia..
"Tardelli, abituato a caviale e champagne, non si accontenta del pane e del salame..."
Altra bordata di Tardelli..
"Abbiamo capito che Dotto ha in simpatia l'Iran, perchè ha detto della pochezza degli attaccanti della Nigeria, e quelli dell'Iran invece sono stati di una pochezza incredibile..."

Lasciamo giudicare ai lettori chi sia il vincitore;  condividiamo invece con Dotto l'auspicio che tutti coloro che cercano di seguire le partite ripetono tra sè e sè ogni sera...
"Vista l'ora speriamo di non addormentarci..."
La chiusura spetta ad una frase manifesto ideale del classico "la pubblicità è l'anima del commercio", grazie ad Ugo Russo al termine del primo tempo di Belgio-Algeria..:
"..E adesso siamo arrivati veramente al momento più importante della nostra radiocronaca, da seguire con attenzione: la pubblicità"

Sperando di non avervi fatto addormentare, vi diamo appuntamento non dopo la pubblicità ma al termine della seconda tornata di partite!

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.