Da Lunedì 21 a Venerdì 25 Agosto il sito si prende qualche giorno di pausa con pubblicazioni ridotte.
Torniamo operativi Sabato 26 Agosto
mercoledì 9 aprile 2014

La posta di Tonino Raffa - Puntata 8

Torna per l'ottava puntata la rubrica "La Posta di Tonino Raffa" che permette ai nostri lettori di interagire con una delle voci storiche di "Tutto il calcio minuto per minuto"

Vi ricordiamo che per poter partecipare, basta inviare la propria domanda a info@tuttoilcalcioblog.it

Il Milan è uscito dalle Coppe! Una stagione deludente per i rossoneri. Cosa bisogna fare per rifondare?
Il Milan paga semplicemente i suoi errori, che non sono stati tutti commessi da Allegri. Il flop è collettivo. Tutto è cominciato con le cessioni di Ibrahimovic e Thiago Silva, con il regalo di Pirlo alla Juventus, con la mancata cessione di Pato che avrebbe spalancato le porte a Tevez. Pensando di risparmiare la società ha preso a parametro zero giocatori che non hanno inciso molto come Rami, Essien e Tarabt. La loro carta d'identità , tra l'altro, mal si concilia con la politica dei giovani sbandierata da Barbara Berlusconi. E qui si innestano i dubbi sulla reale convenienza di avere due amministratori delegati. Barbara, che dovrebbe occuparsi della parte commerciale, è quella che ha licenziato Allegri con un comunicato dettato alle agenzie dopo il tracollo con il Sassuolo. Quando si è trattato di scegliere il successore è stato Berlusconi padre a decidere a favore di Seedorf. Il quale ci ha poi messo del suo usando prima la carota e dopo il bastone, ma senza riuscire a convincere Balotelli che avrebbe potuto essere lui l'uomo al centro di un progetto di rilancio e senza presentare una filosofia tattica convincente. In più ha accettato di discutere con i tifosi della curva (???) ed ha dato l'impressione di avere contro mezza squadra. Cosa bisogna fare per rifondare? Semplice : investimenti robusti per rientrare nell'area Champions, ma soprattutto quella chiarezza programmatica che il club sembra avere smarrito. Da mesi al Milan non si sa più chi abbia in mano la situazione. Sullo sfondo, c'è inoltre la possibilità di una candidatura di Barbara Berlusconi alle prossime europee... Inoltre dal 2015 saranno ancora più sostanziosi i "bonus" per chi parteciperà alla Champions. Il gruppo Mediaset ha preso i diritti tv fino al 2018 ad un costo elevato. Se il Milan non dovesse tornare nella grande Europa, corre paradossalmente il rischio di impinguare le casse dei rivali, dando loro le risorse per potenziare i rispettivi organici. Insomma o si vara un grande progetto o il gap sarà destinato ad aumentare.

Nessuna squadra italiana ai quarti di Champions. E' una caporetto? 
Sì è una disfatta, anche se qualche rimpianto lo ha suscitato l'uscita del Napoli, che aveva conquistato un bottino di 12 punti nella fase a gironi. Paghiamo i ritardi accumulati sulla strada delle riforme. In serie A 20 squadre sono troppe, non si investe più sui vivai, gli stadi restano fatiscenti, non ci sono iniziative per la promozione di una cultura sportiva (ignobili i cori discriminatori delle curve, inqualificabile il comportamento degli ultras della Juve contro la vedova del grande Gaetano Scirea, incomprensibile il tentativo di alcuni dirigenti di minimizzare certi atteggiamenti vergognosi). Condivido l'opinione del presidente federale Abete : cerchiamo una soluzione, ma non possiamo legalizzare l'insulto. Il calcio vero è un'altra cosa. Anche per queste ragioni il campionato ha meno "appeal" rispetto a 20-25 anni fa. Tra le ragioni del crollo ci metterei anche l'emigrazione all'estero dei nostri migliori allenatori.

Cosa ne pensa della diatriba tra Prandelli e Conte sulla convocazione di Chiellini?
Non è stata una cosa elegante. Andava evitata. Da quel che si è capito sarebbe bastato che il medico della Juventus avesse informato Conte della telefonata ricevuta da Prandelli.

L'Italia nell' amichevole contro la Spagna ha lasciato molte perplessità. Condivide i dubbi in ottica mondiale?
Sì. La Spagna è ancora lontana. Soprattutto come mentalità, come condizione e organizzazione. Lo ammesso per primo lo stesso Prandelli. Il quale nell'accettare il prolungamento del contratto ha chiesto qualche garanzia in più (stage più frequenti, calendario meno affollato etc...). In vista del Mondiale, molto dipenderà dalle condizioni di Pirlo (che Dio ce lo conservi a lungo, ma io non perderei di vista Verratti) e dalle bizze di Balotelli, che dovrebbe smettere di litigare con se stesso. In più bisognerà verificare la tenuta della difesa che nel 2013 non è sembrata impeccabile. In attacco invece le alternative non mancano : Destro e Immobile sembrano in buone condizioni. Tenuto conto di tutto questo e non ignorando le difficoltà di un girone con Inghilterra e Uruguay, vedo l'Italia tra le prime otto. E tra le favorite metterei nell'ordine Brasile, Spagna, Argentina e Germania. Ma non presumo di avere il Vangelo in mano. Ogni pronostico può essere ribaltato.

Il campionato è chiuso? Cosa è mancato secondo lei alla sorprendente Roma?
Lo scudetto può perderlo solo la Juve, se dovesse decidere di ...suicidarsi. Cosa molto improbabile. E' vero che la Roma ha lo scontro diretto in casa. Ma alla penultima giornata, quando i bianconeri avranno a disposizione due risultati su tre. Con un pari saranno in vantaggio anche negli scontri diretti. Alla Roma non è mancato quasi nulla in questa stagione straordinaria. L'infortunio di Totti le ha tolto un po' smalto in qualche occasione. Ma la sua stagione è da dieci e lode.

Si sono appena conclude le Olimpiadi di Sochi? Lei ha qualche ricordo legato alle sue esperienze olimpiche?
L'Olimpiade è sempre l'esperienza più esaltante nella carriera di un inviato. Ho seguito solo tre edizioni estive dei Giochi : Atlanta '96, Atene 2004, Pechino 2008. E ciascuna mi ha lasciato ricordi indelebili. L'Olimpiade ti fa vedere il mondo in uno stadio. Vedi sfilare, l'uno accanto all'altro, atleti che appartengono a Paesi in guerra tra di loro. E' il grande valore del messaggio lasciatoci da De Coubertin.

Salve, sono un suo affezionato ascoltatore lombardo. Le hanno mai proposto un salto nel mondo della Tv?
Ho fatto anche TV avendo trascorso venti anni in una sede regionale. Ma solo quando me lo hanno chiesto. Nel mio immaginario infantile il vero sogno è stato sempre legato alla radio. L'ho realizzato ed ho avuto soddisfazioni che non immaginavo. Impossibile chiedere di più.

Se sì perchè ha rifiutato? In una scaletta di Tutto il calcio spesso troppo corta inserirebbe in pianta stabile un campo di Lega Pro?
Un esperimento di questo tipo è stato già fatto in passato con buoni risultati. Era trainante anche la presenza di alcuni incontri di lega pro nella schedina. L'avvento della tv commerciale ha massacrato il Totocalcio, che rappresentava un modello di autofinanziamento unico per tutto lo sport italiano. Ma questa è ormai una partita persa. Il bello è che i quattrini delle TV non sono serviti a sanare i bilanci dei club, che sono sempre in rosso.

-->

0 commenti:

TICB Tv

NOTA

Questo non è il sito ufficiale della trasmissione ma solo una comunità di appassionati.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e ritenute accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici. Gli autori di tuttoilcalcioblog.it si riservano pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog senza preavviso.
Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
Gli autori del blog non sono responsabili dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.